A- A+
PugliaItalia
Il nuovo umanesimo delle montagne (di F. Arminio)

UN UOMO PIENO D’AVVENIRE

 

Peppe Zullo è uno dei protagonisti del nuovo umanesimo delle montagne. Il suo libro lo sta scrivendo a Orsara di Puglia. Forse adesso i libri migliori non li fanno gli scrittori, non restano confinati sulla pagina. Peppe sta scrivendo con la terra e con la carne, con il vino, con le verdure, con la pasta.

Peppe Zullo orto
 

 

Sta scrivendo sui monti bassi, che cominciano dove finisce il Tavoliere. Un avventuriero, un rivoluzionario, una figura piena d’avvenire. Nel tempo che vede la fine della modernità novecentesca, nel tempo che apre crepe all’infernale meccanismo produzione-consumo, lui sta costruendo un’impresa solitaria e corale. 

 

Uomo dei margini e fuoco centrale, capace di dare buone confidenze ai contadini della sua terra e ai maestri del pensiero. Uomo del fare, ma con una poetica fitta, vera, intensa. Nel suo lavoro niente di spumoso e posticcio. Il suo orto non è un’invenzione, i suoi piatti non descrivono il cibo, te lo danno. Davanti a un’esperienza così bella e coraggiosa bisogna dismettere le antiche attitudini alla diffidenza e allo sconforto.

 

A Orsara è in corso un miracolo. Più che appartenere al mondo gastronomico, Peppe Zullo è un contadino del sacro. E se la nostra crisi prima che economica è teologica, allora abbiamo bisogno di uomini come lui. 

 

Una volta da Orsara si andava a Milano, ma da Milano nessuno veniva ad Orsara. Con Peppe comincia un nuovo movimento, Milano non è più la cosa che ci manca, ma siamo noi la cosa che manca a Milano.

 

Andare da Peppe Zullo non significa andare semplicemente in un ristorante, che è insieme raffinato e popolare, ma partecipare a una rivoluzione che rimette la terra al centro dell’economia e la passione al centro delle relazioni umane.

 

Appassionarsi alla sua storia è un dono che facciamo a noi stessi.

 

(Franco Arminio - paesologo)

Tags:
peppe zulloorsara di p.arminioumanesimomontagne
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.