A- A+
PugliaItalia
Immigrazione, Pisicchio: “Entro luglio i primi moduli abitativi"

Il presidente della VI Commissione Immigrazione e Lavoro e consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Alfonso Pisicchio, commenta il ciclo di audizioni avviate sul tema “Verso una nuova politica della migrazione e attuazione dell’agenda europea sulla migrazione”: “Il provvedimento della Giunta regionale, con il quale vengono destinati circa 6 milioni di euro all’allestimento, entro la prima decade di luglio, di unità abitative e di spazi per i 1200-1300 migranti impegnati nella raccolta dei campi nelle province di Foggia e di Lecce, significa dare una risposta concreta e stabile, fuori da logiche emergenziali".

Pisicchio A
 

"Ma significa soprattutto - precisa Pisicchio - evitare nuovi ghetti e nuove baraccopoli della disperazione. Ora, nella commissione da me presieduta, avvieremo un percorso di riflessione e confronto, il più ampio possibile, per modificare e integrare la legge regionale sull’accoglienza, la n.32 del 2009. Perché abbiamo il dovere di proseguire e portare a termine il percorso tracciato, con passione e competenza, dal compianto Stefano Fumarulo”.

Al primo giro di audizioni, che proseguiranno nelle prossime settimane anche con i prefetti pugliesi, hanno partecipato il dirigente del servizio rappresentanza della Regione Puglia a Bruxelles, Paolo Casalino (in audioconferenza), l’esperto di diritto costituzionale dell’Università degli studi di Bari, Andrea Bonomi, il segretario generale della Presidenza della giunta regionale, Roberto Venneri e un rappresentante dell’IPRES.

caporalato vendemmia
 

“Un’audizione - dichiara Pisicchio - molto interessante dalla quale emerge, anche grazie alle recenti sentenze della Corte costituzionale, la chiara possibilità per le Regioni di legiferare sull’immigrazione in ambiti di competenza concorrente (come ad esempio tutela della salute, politiche abitative, sicurezza sul lavoro) e di intervenire sull’attività di monitoraggio e osservazione anche sui nuovi Centri di permanenza e rimpatrio, istituiti dal recente decreto Minniti".

"E la Puglia, che si sta dotando del piano triennale delle politiche migratorie 2016-2018, su temi come l’accoglienza e l’integrazione è stata sempre in prima linea. Adesso - conclude ed esorta Alfonso Pisicchio - mettiamoci al lavoro per definire, nell’ambito degli spazi normativi che la legge ci concede, un piano strategico su tali temi”.  ​

(gelormini@affaritaliani.it)

-----------------------------

​Pubblicato sul tema: Immigrzione, M5S: "Puglia unica regione con 2 Centri Rimpatri. Perchè"?Immigrzione, M5S: "Puglia unica regione con 2 Centri Rimpatri. Perchè"?

Tags:
immigrazione unità abitative caporalato regione pugliaalfonso pisicchiomichele emilianoimmigrati
i blog di affari
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
allenare la mandibola: Benefici ed esercizi
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.