A- A+
PugliaItalia
Introna: "Renzi e i fondi alla Puglia, un supplizio di Tantalo"
Riceviamo e volentieri pubblichiamo:
 
Se fossi in lui firmerei il Patto, altrimenti potrei anche riprendermi indietro i soldi della Puglia”, più meno è quello che il primo ministro Renzi ha mandato a dire al presidente Michele Emiliano. Una dichiarazione sconfortante per i pugliesi e che avvilisce una regione e un’economia che non meritano di essere sottoposte a un vero supplizio di Tantalo: quello di vedere ma di non avere i due miliardi riservati alla Puglia nel Masterplan per il Mezzogiorno.
Introna BiolFish
 
 
Dai 54 miliardi di euro iniziali, le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione sono scese prima a 38 poi a 32 milioni. Dei 25 che rimangono una volta detratta la parte per il Centro Nord, 12,9 sono assegnati ai patti locali e di altri 12 miliardi di euro non è dato sapere. Ma quello che conta per i pugliesi è di avere certezze sulla propria quota, sul quando e sul come poterne disporre a sostegno della crescita regionale.
 
Mi domando se sia legittimo per il Capo del Governo italiano fare solo intravedere finanziamenti a un territorio che opera bene nel Mezzogiorno, ad una Regione che vanta ottime performance nella spesa delle risorse europee, ad una Puglia virtuosa che investe, che non sperpera, che crede nel futuro.
 
Emiliano Renzi PD
 
Quello del premier è un atteggiamento motivato da contrasti personali, che non attengono alla sfera della responsabilità istituzionale ma che derivano da presunte incompatibilità caratteriali o, peggio ancora, da questioni legate ad equilibri interni a un partito.
 
Maturità politica e buon’arte di governo dovrebbero consigliare di smettere i panni di segretario del PD  quando si parla di strategie decisive per lo sviluppo dei territori e di preoccuparsi di costruire rapporti istituzionali corretti, nel rispetto delle comunità e dei cittadini.
 
Renzi è il presidente di tutti gli italiani, come Emiliano è il presidente di tutti i pugliesi e questa loro condizione richiederebbe un confronto costruttivo, a prescindere da ruoli e posizioni nel partito. Auspichiamo perciò nell’immediatezza un rapporto istituzionale adulto, la ripresa di un dialogo per la Puglia, che ha diritto ad avere come gli altri gli strumenti per restare in corsa e vincere la sfida dello sviluppo, nell’interesse di tutto il Paese.
 
                                                                                                                                                                               Onofrio Introna
Iscriviti alla newsletter
Tags:
onofrio intronamatteo renzimichele emilianosupplizio di tantalopugliamasterplan
i blog di affari
Barbero sempre attaccato da quando si è dichiarato contro il Green Pass
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.