A- A+
PugliaItalia
Lacoppola a Realtà Italia Accordo su Carta Valori

Giacomo Olivieri, presidente di Realtà Italia, annuncia - dopo un lungo e costruttivo confronto sui rispettivi programmi - che il consigliere comunale Vito Lacoppola, eletto nelle liste del NCD, ha deciso di iscriversi al gruppo consiliare di Realtà Italia condividendone appieno il modus operandi.

L’accordo si basa sulla piena condivisione della carta dei valori di Realtà Italia e, in particolare, sulla volontà reciproca di impegnarsi a combattere le vecchie e nuove povertà, attraverso, ad esempio, l’ottimizzazione e il coordinamento dei tanti diversi gestori delle mense pubbliche presenti sul territorio e la realizzazione di supermercati sociali, nei centri dell’area metropolitana, sul modello di quelli già esistenti in molte città del nord che tanto sollievo stanno dando alle famiglie assistite.

"Siamo un partito giovane – ha sottolineato Olivieri - aperto ai giovani. Tutte le decisioni che prendiamo sono il frutto di riflessioni profonde e di confronti aperti che coinvolgono anche la base del nostro partito. Dove ci collochiamo? Senza ombra di dubbio noi ci riconosciamo nei valori e nei programmi dello schieramento di centrosinistra a Bari come in altre città, direi che rappresentiamo l’anima centrista del centrosinistra. Con l’adesione del consigliere Lacoppola al Comune di Bari – ha aggiunto Olivieri – il sindaco Decaro potrà contare sull’appoggio di un gruppo composto da ben 4 consiglieri giovani, lungimiranti e motivatissimi, a partire dalla più giovane dei Consiglieri Comunali, Alessandra Anaclerio, insieme a quello preziosissimo dell’assessore al patrimonio, Vincenzo Brandi, e del presidente del II Municipio, Andrea Dammacco".

Vito Lacoppola, avvocato, già componente del consiglio comunale nella passata legislatura, ha maturato la decisione di passare nelle fila di Realtà Italia anche a seguito "dell’inesistenza di una linea politica comune nello schieramento di centrodestra, sia a livello europeo che nazionale e, ancor più, nelle realtà regionale e cittadina".

20140716 111230
 

"In una coalizione appiattita - ha detto - sempre più su posizioni oltranziste, più vicina alla destra estrema che al centro dialogante, con una insopprimibile vocazione locale alla sconfitta, eterodiretta da una élite politica a cui sta più a cuore il mantenimento delle proprie rendite di posizione che la cura della crescita di una nuova classe dirigente, è grande il disagio di chi, sin dalla prima esperienza politica, si è collocato nell’aria di centro e quindi nasce moderato, per scelta e vocazione".  

"Chi si propone – ha aggiunto Lacoppola - ai cittadini elettori, e da questi viene premiato con il miglior risultato di lista, ha verso essi il dovere morale di realizzare il documento programmatico per il quale è stato votato. E quando il partito nel quale è stato eletto, che si professa moderato, torna al dialogo stringente con la coalizione da cui si era staccato, la scelta di lasciarlo è ineludibile".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
lacoppolaolivierirealtà italiancdvalori
Loading...
i blog di affari
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.