A- A+
PugliaItalia
Maria Elena Boschi a Bari E Lacarra invita D'Alema

Si chiama “Basta un sì” l’incontro che si svolgerà sabato 22 ottobre alle ore 20.30 nel nuovo Centro congressi (sala 8) della Fiera del Levante di Bari. Saranno presenti il segretario Regionale PD Puglia Marco Lacarra, il sindaco della Città Metropolitana di Bari, Antonio Decaro, insieme con il ministro per le Riforme costituzionali Maria Elena Boschi.

boschi referendum
 

L’appuntamento è organizzato dal Partito Democratico della Puglia nell’ambito della campagna nazionale del PD a sostegno del voto favorevole alla riforma costituzionale.

“Riteniamo che il 4 dicembre - afferma Lacarra - rappresenti un’occasione fondamentale di cambiamento per l’intero Paese. Rinnovare le istituzioni in una prospettiva di semplificazione e riduzione di tempi e costi della politica è oramai una necessità non più procrastinabile”.

lacarra loc
 

“All’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema - aggiunge il segretario regionale - che ha denunciato un clima di “paura e intimidazione” avvertito da chi vuole votare No, rivolgo un invito ufficiale ad essere presente sabato all’incontro, per verificare di persona questi nostri presunti metodi minacciosi e terrifici”.

massimo d'alema
 

“Entrando invece nel merito della riforma - spiega - devo constatare che le sue esternazioni odierne sono contraddittorie rispetto a ciò che asseriva anni fa, durante i lavori della Commissione Bicamerale, che presiedeva. La riforma della Costituzione di allora non era così diversa da quella che andremo a votare a dicembre. Prefigurava un Senato con senatori eletti da ciascuna Regione, contemporaneamente alle elezioni per il rinnovo dei Consigli regionali".

"Il programma dell’Ulivo del ’96 - ricorda poi Lacarra - da lui stesso fermamente sottoscritto e sostenuto, prevedeva che il Senato venisse trasformato in una Camera delle Regioni, composta da esponenti delle istituzioni regionali in rappresentanza delle esigenze delle regioni di provenienza. Ed era chiaro sin da allora che dovesse avere poteri diversi rispetto a quelli del Senato, doppione di quelli della Camera dei Deputati. A tutto questo si aggiunge l’apertura di qualche giorno fa di Matteo Renzi alla minoranza che chiede l’elezione diretta dei senatori attraverso due schede, una per l’elezione dei consiglieri, una per i senatori”.

(gelormini@affaritaliani.it)
Iscriviti alla newsletter
Tags:
maria elena boschi massimo d'alema barimarco lacarra massimo d'alema maria elena boschi fiera levante
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.