A- A+
PugliaItalia
NoTriv, Bordo (PD) si smarca: "Il Governo ritiri le autorizzazioni"

Si moltiplicano le prese di distanza dal "colpo di mano" del Governo sulle prospezioni e ricerche di idrocarburi nell'Adriatico e nello Ionio del 22 dicembre scorso. E' la volta del deputato pugliese del Pd Michele Bordo presidente della Commissione Politiche UE della Camera: “E’ opportuno che il Governo revochi le autorizzazioni per la ricerca del petrolio in Adriatico rilasciate prima dell’approvazione della Legge di Stabilità”.

Bordo Pd
 

E nell'arffermarlo, annuncia anche la partecipazione all’incontro in programma nella mattinata di lunedì 18 gennaio, a Manfredonia, tra le associazioni NoTriv e le istituzioni. La dichiarazione dell'onorevole manfredoniano  dà voce al rischio che si paventa al largo delle Tremiti, resta nella scia del documento congiunto del coordinamento dei deputati pugliesi del PD, prodotta dopo l'incontro a Roma col presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e si spinge anche oltre.

“La Legge di Stabilità - aggiunge Bordo - sancendo che non è possibile effettuare ricerche petrolifere entro 12 miglia dalla costa, ha senz’altro segnato un positivo passo in avanti rispetto alle originarie previsioni dello #sbloccaItalia. Anche per questo motivo a tanti è parsa sbagliata la concessione rilasciata il 22 dicembre.

air gun
 

"Personalmente, pur riconoscendo che l’autorizzazione non prevede le trivellazioni, come affermato da più parti, ma solo il passaggio di una nave oceanografica oltre le 12 miglia dalla costa per un’unica campagna geofisica della durata di 2/3 settimane, ritengo che sia stata comunque un errore".

"Ho sempre sostenuto la pericolosità potenziale dell’estrazione di petrolio, peraltro di bassa qualità, nell’Adriatico e la necessità di valorizzare, invece, le sue potenzialità ambientali e turistiche. L’ho fatto quando governava il centrodestra e non cambio idea adesso perché governiamo noi".

"L’ecosistema dell’Adriatico è assai delicato - conclude Bordo - una sua malaugurata alterazione determinerebbe un danno ambientale enorme ed un altrettanto rilevante danno economico alle comunità costiere che vivono principalmente di pesca e turismo”.

Tags:
bord governoautorizzazionitrivelle
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.