A- A+
PugliaItalia
OM Carrelli, il testo del protocollo d'intesta

PROTOCOLLO DI INTESA

 

fra

 

IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

LA REGIONE CALABRIA 
LA REGIONE PUGLIA

COMUNE DI MODUGNO

CITTA’ METROPOLITANA DI BARI 
CONSORZIO ASI DI BARI

AUTORITA’ PORTUALE DI GIOIA TAURO

AGENZIA NAZIONALE PER L’ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO D’IMPRESA S.P.A (INVITALIA)

E
TUA AUTOWORKS CALABRIA SRL 
TUA AUTOWORKS PUGLIA SRL 
OM Capone Decaro
 

 

di seguito anche indicati collettivamente come le “Parti”

PREMESSO CHE

1. la cessazione delle attività presso lo stabilimento "OM Carrelli" di Modugno (BA) - controllata dalla multinazionale “KION”, leader nella produzione di carrelli elevatori - avvenuta nel corso dell'anno 2012, ha impegnato il Ministero dello Sviluppo Economico ( di seguito MiSE) nella ricerca di nuovi investitori in grado di dare prospettiva produttiva ed occupazionale ad un territorio interessato da difficoltà economiche e sociali. Delle molteplici manifestazioni di interesse esaminate nel corso degli ultimi 24 mesi, il MiSE ha ritenuto di limitare l'esame tecnico conclusivo alle due proposte (Sandretto SpA - LCV Capital Management LLC) che si sono impegnate ad assorbire l’intera forza lavoro riferibile alla "OM Carrelli" pari a 194 addettia cuisi aggiungono 5 ex lavoratori Kuehne Nagel, dell’indotto della OM Carrelli ;

2. la proposta avanzata dal fondo di investimento statunitense LCV Capital Management LLC (fruitore dei servizi di accompagnamento agli investitori esteri forniti dalla Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimento e lo sviluppo di impresa – di seguito Invitalia) è finalizzata alla realizzazione di un programma di investimento per la produzione di veicoli a ridotto impatto ambientale e dal prezzo fortemente competitivo, tramite recupero del sito ex Isotta Fraschini, rientrante nell’ambito della circoscrizione territorialedell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (RC) quale area demaniale marittima, e del sito ex OM Carrelli di Modugno (BA) ed integrale riassunzione dei dipendenti di quest’ultima e dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel, dell’indotto della OM Carrelli;
3. LCV Capital Management LLC per la realizzazione del progetto ha provveduto alla costituzione della Tua Autoworks Italia Spa, holding di partecipazione italiana, che a sua volta ha costituito le due sue controllate Tua Autoworks Calabria Srl e Tua Autoworks Puglia Srl;
4. in data 10 giugno 2015 la Tua Autoworks Calabria Srl ha presentato ad Invitalia domanda per accedere alle agevolazioni (contributo in conto capitale e finanziamento agevolato) previste dallo strumento agevolativo dei “Contratti di Sviluppo” di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico del 9 dicembre 2014 (e ss.mm.ii.);
5. la domanda inoltrata prevede che la Tua Autoworks Calabria Srl (proponente del Contratto di Sviluppo) e la Tua Autoworks Puglia Srl (aderente) realizzino il citato programma di investimento per la produzione di veicoli a ridotto impatto ambientale;
6. il Contratto di Sviluppo proposto è così sintetizzabile:

Progetti di investimento (€/000)

Ubicazione

Investimenti previsti

Ctb F.do Perduto

Fin. Agevolato

 

TUA AUTOWORKS CALABRIA

Gioia Tauro (RC)

43.013

13.764

18.496

TUA AUTOWORKS PUGLIA

Modugno (BA)

41.717

13.349

17.938

Totale

 

84.730

27.113

36.434

E’ infine prevista una occupazione a regime di oltre 1000 addetti, ripartiti tra le due società secondo quanto previsto nel progetto industriale proposto;

7. in data 1° luglio 2015 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, il MiSE, le Regioni Puglia e Calabria, i Comuni di Bari, di Modugno, di Gioia Tauro, Invitalia, Puglia Sviluppo e FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL, UGL metalmeccanici, CGIL, CISL, UIL, UGL hanno firmato un verbale di riunione tramite il quale hanno congiuntamente ritenuto che il progetto proposto da LCV Capital Management LLC risponda in modo complessivamente più adeguato alle esigenze occupazionali e di prospettive produttive di lungo periodo per la reindustrializzazione del sito ex OM Carrelli e del sito ex Isotta Fraschini rientrante nell’ambito della circoscrizione territoriale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (RC), quale area demaniale marittima;
8. In quella sede il MiSE si è impegnato, congiuntamente con la Regione Puglia e la Regione Calabria, a supportare finanziariamente i progetti presentati dalla Tua Autoworks Calabria Srl, attraverso lo strumento del Contratto di Sviluppo, subordinatamente alla positiva valutazione istruttoria degli stessi da parte di Invitalia;
9. In quella sede, inoltre, il Comune di Modugno ha confermato la propria disponibilità all’acquisizione a titolo gratuito del Compendio Immobiliare ex OM Carrelli, con la condizione che ciò non comportasse una diminuzione di gettito a carico del Bilancio Comunale.
emiliano om
 

VISTO

‐ il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 9 dicembre 2014 (e ss.mm.ii.), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 29 gennaio 2015, n. 23, recante l’adeguamento alle nuove norme in materia di aiuti di Stato previste dal regolamento (UE) n. 651/2014 dello strumento dei Contratti di Sviluppo, di cui all’articolo 43 del decreto-legge n. 112/2008;
‐ in particolare l’articolo 4, comma 6, del predetto decreto 9 dicembre 2014 che prevede che specifici accordi di programma, sottoscritti dal Ministero e dalle Regioni, dagli enti pubblici, dalle imprese interessate, possono destinare una quota parte delle risorse disponibili per l’attuazione degli interventi previsti dallo stesso decreto 9 dicembre 2014 al finanziamento di iniziative di rilevante e significativo impatto sulla competitività del sistema produttivo dei territori cui le iniziative stesse si riferiscono;
‐ la circolare MiSE n. 39257 del 25 maggio 2015 riportante chiarimenti in merito alla concessione delle agevolazioni a valere sullo strumento dei Contratti di Sviluppo di cui al decreto del Ministro delle Sviluppo economico 9 dicembre 2014;
‐ il decreto MiSE del 9 giugno 2015 riportante modifiche e integrazioni in materia di Contratti di Sviluppo;
‐ la deliberazione del CIPE 20 febbraio 2015 con la quale il CIPE ha destinato 250 milioni di euro per il finanziamento dello strumento dei Contratti di Sviluppo a valere sul fondo sviluppo e coesione 2014 – 2020;
‐ il Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e Competitività 2014-2020 - Asse III;
‐ 

4

l’APQ – Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro del 28/9/2010, il Programma Operativo Regionale POR Calabria 2000/2006 misura 4.1 B), la programmazione regionale unitaria 20072013 e il nuovo ciclo di programmazione 2014/2020;
‐ l’APQ “Sviluppo Locale” del 25/7/2013, la misura 4.18 del POR Puglia 2000/2006 e il PO Puglia 2014/2020;
‐ il regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 187 del 26 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato;
‐ la Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2014 – 2020 approvata dalla Commissione europea il 16 settembre 2014 (SA 38930), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea C 369 del 17 ottobre 2014.

RITENUTO CHE

1. La Regione Calabria intende porre in essere ogni utile iniziativa finalizzata a favorire nuovi insediamenti produttivi nell’area del porto di Goia Tauro in coerenza con la programmazione regionale ed in specie con gli obiettivi fissati nell’APQ – Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro;
2. La Regione Puglia intende porre in essere ogni utile iniziativa finalizzata alla riconversione dello stabilimento ex OM Carrelli di Modugno e alla piena occupazione dei 194 lavoratori in mobilità ivi precedentemente occupati e dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel, dell’indotto della OM Carrelli, di intesa con i soggetti firmatari del Protocollo di Intesa territoriale del 13/3/2015;
3. Il MiSE intende supportare le Regioni negli sforzi volti alla localizzazione di nuovi insediamenti produttivi nei siti ex OM Carrelli di Modugno e ex Isotta Fraschinirientrante nell’ambito della circoscrizione territoriale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (RC) quale area demaniale marittima, finanziando i progetti presentati dalla Tua Autoworks Calabria Srl, attraverso lo strumento del Contratto di Sviluppo, subordinatamente alla positiva valutazione istruttoria degli stessi da parte di Invitalia.

CONSIDERATO CHE

‐ Il MiSE renderà disponibili, ai fini del finanziamento degli interventi finalizzati alla realizzazione degli investimenti industriali individuati dalla predetta proposta di Contratto di

5

 Sviluppo presentato dalla Tua Autoworks Calabria Srl, risorse nella misura massima di Euro 54.447.000,00 (cinquantaquattromilioni quattrocentoquarantasettemila)  a valere sullo strumento del Contratto di Sviluppo;
‐ la Regione Calabria renderà disponibili, al fine di favorire il progetto di riconversione industriale dello stabilimento ex Isotta Fraschini di Gioia Tauro, risorse finanziare nella misura massima di Euro 5.900.000,00 (cinquemilioninovecentomila);
‐ la Regione Puglia renderà disponibili, al fine di favorire il progetto di riconversione industriale dello stabilimento ex OM Carrelli di Modugno, risorse nella misura massima di Euro 10.000.000,00 (dieci milioni).
‐ le “Parti” manifestano la volontà di sottoscrivere il presente Protocollo di intesa (“Protocollo”) per dare attuazione agli obiettivi ed interventi previsti dallo stesso.

Tutto ciò premesso, le Parti:

CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE

OM CARRELLI
 

ARTICOLO 1

Premesse

Le Premesse formano parte integrante e sostanziale del presente Protocollo.

ARTICOLO 2

Finalità e ambito di intervento

Il presente Protocollo si pone la finalità di sostenere la riconversione industriale dei complessi rispettivamente ex Isotta Fraschini, rientrante nell’ambito della circoscrizione territoriale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (RC) quale area demaniale marittima,ed ex OM Carrelli di Modugno (BA), ai fini di una ricollocazione occupazionale della manodopera in mobilità e di favorire nuovi livelli occupazionali.

ARTICOLO 3

Programma di interventi, costi e copertura finanziaria

1. La finalità di cui al precedente articolo 2 è perseguita dalle Regioni firmatarie, con il sostegno del MiSE, attraverso lo sviluppo di un programma integrato di interventi così articolato: 
‐ finanziamento della proposta di Contratto di Sviluppo presentata dalla Tua Autoworks Calabria Srl ad Invitalia in data 10 giugno 2015;
‐ riqualificazione del bacino dei cassintegrati dell’area “Porto di Gioia Tauro” e degli ex dipendenti OM Carrelli, nonché dei 5 ex lavoratori KuehneNagel, dell’indotto della OM Carrelli;
‐ ripristino del collegamento ferroviario e del miglioramento dell’asse viario in prossimità dello stabilimento ex OM Carrelli;
‐ realizzazione degli interventi da prevedersi per l’area portuale di Gioia Tauro – Urbanizzazione area demaniale marittima ex Isotta Fraschini da inserire nel Piano Operativo Triennale dell’Autorità Portuale 
2. L’ammontare degli investimenti previsti nella proposta di Contratto di Sviluppo inoltrata dalla Tua Autoworks Calabria Srl a Invitalia è pari a circa 85 milioni di euro, di cui circa 43 milioni di euro per gli investimenti nel sito ex Isotta Fraschini, rientrante nell’ambito della circoscrizione territoriale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (RC) quale area demaniale marittima, e circa 42 milioni di euro per gli investimenti nel sito ex OM Carrelli di Modugno (BA). Taleammontare non include tutti i costi d’investimento finora sostenuti da LCV e tutte le voci non agevolabili sulla base del Contratto di Sviluppo che verranno coperti da LCV con mezzi propri ulteriori rispetto a quelli già previsti da Contratto di Sviluppo. L’ammontare massimo delle agevolazioni concedibili è quantificato in Euro 63.547.000,00 (sessantatremilionicinquecentoquarantasettemila). 
3. Per quanto di competenza il MiSE, provvederà, subordinatamente agli esiti della valutazione istruttoria di Invitalia, al finanziamento degli investimenti previsti dal predetto documento progettuale presentato dalla Tua AutoworksCalabria Srlper un ammontare massimo di Euro 54.447.000,00(cinquantaquattromilioniquattrocentoquarantasettemila).
4. Per quanto di propria competenza, la Regione Calabria si assume l’obbligo di:
‐ cofinanziare il Contratto di Sviluppo per complessivi Euro 4.100.000,00(quattromilionicentomila) a valere sulle risorse relative alle economie della misura 4.1B del POR Calabria 2000/2006, attualmente nella disponibilità del MISE;
‐ finanziare, per Euro 1.800.000,00 (unmilioneottocentomilaa valere sul Piano Azione e Coesione -Scheda anticiclica 2 politiche del lavoro e ammortizzatori sociali-, i percorsi di riqualificazione professionale/formativi del bacino dei cassintegrati dell’area “Porto di Gioia Tauro”.
5. Per quanto di propria competenza, la Regione Puglia si assume l’obbligo di:
‐ cofinanziare il Contratto di Sviluppo per complessivi Euro 5.000.000,00 (cinque milioni) a valere sulle risorse relative alle economie della misura 4.18 del POR Puglia 2000/2006, attualmente nella disponibilità del MISE;
‐ finanziare, per Euro 3.000.000,00 (tre milioni) a valere sulle risorse dell’APQ” Sviluppo Locale” del 25/7/2013, il ripristino del collegamento ferroviario e del miglioramento dell’asse viario in prossimità dello stabilimento ex OM Carrelli;
‐ finanziare, per Euro 2.000.000,00 (due milioni) sulle risorse del PO Puglia 2014/2020, la riqualificazione della platea dei 194 ex dipendenti OM Carrelli attualmente in mobilità nonché dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel e l’avvio di percorsi formativi per nuove assunzioni.
6. Le risorse pubbliche destinate al Contratto di Sviluppo saranno imputate alle diverse forme di agevolazione, proporzionalmente all’apporto dei singoli soggetti finanziatori.

 

ARTICOLO 4

Impegni dei soggetti sottoscrittori

1. Le Parti si impegnano, ciascuno per le attività ed i programmi di propria competenza, ad individuare congiuntamente le specifiche azioni di interesse comune e le più opportune modalità di attivazione, in coerenza con le normative di rispettiva competenza.
2. Il MiSE:
‐ concorre, subordinatamente all’esito della valutazione istruttoria di Invitalia, al sostegno degli investimenti tramite lo strumento del Contratto di Sviluppo;
‐ presiede il confronto fra le parti sociali ed istituzionali;
‐ fornisce gli opportuni indirizzi ad INVITALIA;
‐ assicura le attività di monitoraggio e di coordinamento per l’attuazione del Protocollo;
‐ assicura il necessario allineamento tra le Parti, nel caso in cui si renda necessario interfacciarsi (anche attraverso apposita documentazione) con soggetti terzi, in merito al contenuto del presente Protocollo o degli investimenti nello stesso contenuti.
3. La Regione Calabria, richiamato l’accordo preliminare stipulato tra l’Autorità Portuale di Gioia Tauro – LCV Capital Management LCC e l’Amministrazione Regionale, si impegna a:
‐ favorire un’azione di coordinamento territoriale tale da consentire a Tua Autoworks Calabria Srl di interloquire rapidamente con gli enti che saranno coinvolti nell’iter autorizzativo del progetto, con l’obiettivo di favorire la semplificazione e l’accelerazione delle procedure autorizzative necessarie all’avvio dell’investimento in coerenza con le previsioni del piano industriale definitivo che verrà condiviso da LCV nell’ambito della stipula del Contratto di Sviluppo;
‐ assicurare ogni utile momento di confronto tra la Tua Autoworks Calabria Srl e le parti sociali;
‐ rendere disponibili le risorse finanziarie per la realizzazione degli interventi indicati nel precedente art. 3, comma 4;
‐ attivare ogni utile iniziativa di semplificazione dei procedimenti amministrativi necessari all’avvio dell’investimento, ed al rispetto delletempistiche previste dal piano industriale.
4. L’Autorità portuale di Gioia Tauro si impegna a:
‐ realizzare, coerentemente con le necessarie procedure amministrative ed in considerazione delle esigenze temporali del piano industriale di Tua Autoworks Calabria Srl, tutti gli interventi d'interesse generale per l'area portuale di Gioia Tauro - Urbanizzazione area demaniale marittima ex Isotta Fraschini da inserire nel Piano Operativo triennale dell'Autorità Portuale - sommariamente riepilogabili come segue: raccordo ferroviario, banchina di carico e scarico treni ed autocarri coperta e tettoie di raccordo con i fabbricati esistenti, piazzali per mezzi pesanti e parcheggi completi di illuminazione con torri faro e lampioni stradali, drenaggi acque meteoriche, cavidotti, impianto antincendio, impianti di illuminazione, adeguamento impianti esistenti e recinzioni, opere accessorie al contorno per il raccordo alle opere esistenti;
‐ finanziare le opere di urbanizzazione di cui all’art. 4, comma 4, punto 1, del presente Protocollo di Intesa fino ad un importo massimo di 10 milioni di euro; 
‐ attivare ogni utile iniziativa di semplificazione dei procedimenti amministrativi necessari all’avvio e alla realizzazione dell’investimento.
5. La Regione Puglia si impegna a:
‐ favorire un’azione di coordinamento territoriale tale da consentire a Tua Autoworks Puglia Srl di interloquire rapidamente con gli enti che saranno coinvolti nell’iter autorizzativo del progetto, con l’obiettivo di favorire la semplificazione e l’accelerazione delle procedure autorizzative necessarie all’avvio dell’investimento in coerenza con le previsioni del piano industriale definitivo che verrà condiviso da LCV nell’ambito della stipula del Contratto di Sviluppo;
‐ rendere disponibili le risorse finanziarie per la realizzazione degli interventi indicati nel precedente art. 3, comma 5;
‐ accompagnare Tua Autoworks Puglia Srl nella predisposizione dei percorsi di riqualificazione della platea dei 194 ex dipendenti OM Carrelli nonché dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel;
‐ assicurare ogni utile momento di confronto tra la Tua Autoworks Puglia Srl e le parti sociali, tale da favorire il ricollocamento di tutti i lavoratori ex OM Carrelli nonché dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel,attualmente in mobilità;
6. Il Comune di Modugno, per le finalità di cui all’Articolo 2ferma restando la conferma da parte della Società OM Carrelli – KION Group dell’impegno a cedere a titolo gratuito l’area e l’immobile relativi al Compendio Immobiliare ex OM Carrelli Elevatori Fg.7 p.lla322 sub7 categoria D/7, avente superficie lorda complessiva pari a mq.96.218,69, comprensivo di immobili e macchinari ai sensi e per gli effetti dell'art.4 comma 23 D.L. 510/1996 ora L.608/1996, e a parziale modifica ed integrazione di quanto contenuto nel Protocollo d’Intesa del 13 marzo 2015 nonché nel rispetto dell’iter amministrativo previsto dalle norme vigenti:
‐ s’impegna, contestualmente alla firma del presente Protocollo, asottoscrivere l’accordo preliminare per l’acquisizione a titolo gratuito dalla KION Group del Compendio Immobiliare sopra individuato ai sensi dell’art.4 comma 23 D.L.510/1996, e la contestuale cessione a titolo gratuito dello stesso alla TUA Autoworks Puglia SrL;
‐ precisa altresì che le operazioni di acquisizione/cessione di cui sopra, dovranno essere assicurate senza oneri aggiuntivi a carico del bilancio comunale.
7. Il Consorzio ASI di Bari si impegna a porre in essere gli aspetti progettuali, tecnico/autorizzativi e realizzativi degli interventi infrastrutturali suindicati, nonché ad attivare ogni utile iniziativa di semplificazione dei procedimenti amministrativi necessari all’avvio dell’investimento.
8. La Città Metropolitana di Bari si impegna ad attivare ogni utile iniziativa di semplificazione dei procedimenti amministrativi necessari all’avvio dell’investimento.
9. INVITALIA:
‐ fornisce il supporto tecnico al coordinamento attuativo del presente Protocollo;
‐ provvede alla gestione tecnico-amministrativa degli strumenti di incentivazione individuati nel presente Protocollo (Contratto di Sviluppo) di competenza del MiSE.
10. Tua Autoworks Calabria Srl e Tua Autoworks Puglia Srl si impegnano a:
‐ presentare al Comitato tecnico di cui al successivo articolo 5 una proposta di articolazione dei progetti di investimento produttivi così come indicati nel documento progettuale presentato in data 10 giugno 2015 a valere sullo strumento agevolativo dei Contratti di Sviluppo;
‐ concordare con le rappresentanze sindacali i piani formativi ed occupazionali a partire dalle tempistiche indicate nella domanda di accesso al “Contratto di Sviluppo”;
‐ presentare alla Regione Puglia il piano formativo aziendale finalizzato alla riqualificazione della platea dei 194 ex dipendenti OM Carrelli dei 5 ex lavoratori Kuehne Nagel, dell’indotto della OM Carrelli;
‐ procedere all’assunzione dei lavoratori secondo quanto previsto dai piani occupazionali;
‐ procedere, nel rispetto dei piani occupazionali concordati con le rappresentanze sindacali, prioritariamente all’assunzione, da parte della Tua Autoworks Puglia Srl, dei lavoratori ex OM Carrelli attualmente in mobilità e dei 5 ex lavoratori Kuehne Nageldell’indotto della OM Carrellitenendo conto che il mancato rispetto di tale vincolo comporterà la revoca delle agevolazioni concesse con il Contratto di Sviluppo nonché l’obbligo di trasferimento a titolo non oneroso dell’immobile ex OM Carrelli al Consorzio ASI di Bari;
‐ finanziare, per garantire la realizzazione del programma, con mezzi propri o di terzi l’eventuale fabbisogno residuo per gli investimenti che risulti non coperto da fonti pubbliche a valle della valutazione dei costi ammissibili e della successiva concessione delle eventuali agevolazioni;
‐ concorrere alla preparazione della pertinente documentazione e porre in essere ogni altra iniziativa necessaria per assicurare il rispetto degli obblighi di trasparenza e delle verifiche previste dalle norme e decisioni applicabili dell’Unione Europea.
11. Nello svolgimento delle attività di propria competenza, le Parti comunque si impegnano a:
‐ rispettare le condizioni concordate ed indicate nel presente Protocollo;
‐ monitorare costantemente il rispetto dei vincoli occupazionali e di riqualificazione dei lavoratori in mobilità;
‐ procedere periodicamente alla verifica dell’adempimento delle obbligazioni derivanti dal Protocollo e, se necessario, proporre gli eventuali aggiornamenti al Comitato Tecnico del Protocollo di cui al successivo art. 5.

ARTICOLO 5

Comitato Tecnico del Protocollo

1. Per l’attuazione, il coordinamento e il monitoraggio degli interventi di cui al presente Protocollo è istituito un Comitato Tecnico composto da sette membri di cui due in rappresentanza del MiSE e uno ciascuno in rappresentanza della Regione Calabria, della Regione Puglia, di Invitalia, dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, del comune di Modugno. Al Comitato potrà essere invitata a partecipare anche la Tua Autoworks Puglia Srl e Tua Autoworks Calabria Srl. Le parti firmatarie possono concordare l’allargamento del numero dei componenti del Comitato Tecnico con il coinvolgimento di ulteriori membri espressione di enti territoriali coinvolti a diverso titolo nel progetto.
2. Con decreto direttoriale il MiSE, entro trenta giorni dalla sottoscrizione del presente Protocollo, nomina i componenti del Comitato Tecnico su indicazione delle Parti e ne indica il Presidente.
3. Il Comitato Tecnico ha il compito di provvedere a:
‐ monitorare e coordinare le azioni necessarie per il raggiungimento degli obiettivi del Protocollo;
‐ valutare le eventuali variazioni del Protocollo, fermo restando che sono ammissibili solo le variazioni che siano approvate all’unanimità;
‐ verificare annualmente lo stato di attuazione delle attività indicate nel presente Protocollo, predisponendo un’apposita relazione.
4. Il Comitato Tecnico si riunisce almeno una volta all’anno e comunque tutte le volte che il Presidente lo riterrà opportuno e/o dietro richiesta di ciascuna Parte.

ARTICOLO 6

Termine del Protocollo

1.Il presente Protocollo ha durata fino al 31.12.2018, salva la facoltà, per concorde volontà delle Parti, di prorogarne l’efficacia o di rinnovarlo in tutto o in parte per il pieno conseguimento dei suoi obiettivi.

ARTICOLO 7

Disposizioni generali e finali

1. Il presente Protocollo è vincolante per i soggetti sottoscrittori.
2. Per unanime volontà delle Parti possono aderire al Protocollo altri soggetti pubblici e privati la cui partecipazione ed azione sia necessaria o comunque opportuna per la compiuta realizzazione delle attività e degli interventi previsti dal presente Protocollo.
3. Le Parti si obbligano a compiere tutti gli atti necessari alla sua esecuzione.

Il presente Protocollo di intesa è sottoscritto oggi

Ministero dello Sviluppo Economico

_____________________________________________

Regione Calabria

_____________________________________________

Regione Puglia

_____________________________________________

Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A

_____________________________________________

Tua Autoworks Calabria Srl

_____________________________________________

Tua Autoworks Puglia Srl

_____________________________________________

Città Metropolitana di Bari

_____________________________________________

Comune di Modugno

_____________________________________________

Autorità Portuale di Gioia Tauro

_____________________________________________

Consorzio ASI di Bari

_____________________________________________

Tags:
om carrelliprotocollointesatesto
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Caldeggiamo un triplo regalo di compleanno alla memoria di Enzo Tortora
Paolo Brambilla - Trendiest
Scuola,presenza di infermieri e comitato scientifico in ogni città.La proposta
L'opinione di Tiziana Rocca
All’allenatore di calcio serve il portavoce
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.