A- A+
PugliaItalia
Petruzzelli, auguri scaccia-crisi Messa da Requiem di W. A. Mozart

Con una scelta di grande qualità e suggestione, La Messa da Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, chiude la Stagione d’Opera 2013 della Fondazione Petruzzelli di Bari. Una scelta che corona il gran finale di un cartellone di pregio, attraversato dalle celebrazioni di Giuseppe Verdi e Richard Wagner, per annunciarne un nuovo più ricco, impegnativo e coraggioso per il 2014, e che potrebbe dare l'impressione della nota distonica in un periodo carico di auspici come questo natalizio.

Va dunque letta in tal senso, in una sorta di rito contemporaneo e propiziatorio per augurare la fine di una crisi angosciante, al suono coinvolgente e stimolante della musica più alta - quella di Mozart - la proposta di un concerto di tale carica emotiva per lo scambio di auguri di fine anno-stagione, tra il rosso delle poltrone, i riverberi brillanti sulle balconate e le luci riflesse negli specchi dei palchi del Teatro Petruzzelli.

A dirigere l'Orchestra, Venerdì 20 e sabato 21 dicembre alle 21.00 e domenica 22 dicembre alle 18.00, il maestro Karl-Heinz Steffens, alla guida del Coro Franco Sebastiani. Solisti Ekaterina Sadovnikova (soprano), Chiara Amarù (mezzosoprano),  Juan Francisco Gatell (tenore),  Alessandro Spina (basso).

La Stagione d’Opera della Fondazione Petruzzelli ripartirà il 31 gennaio 2014 con Elektra di Richard Strauss, nuovo allestimento in coproduzione con la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari. Per l'occasione il Teatro Petruzzelli propone le card personalizzate, offrendo l’opportunità al pubblico di scegliere "a misura" la propria stagione d’opera, balletto e sinfonica.

messa da requiem sch
 

Tre diverse tipologie di Card (disponibili al botteghino del Petruzzelli) valide per i titoli di Opera e Balletto e una Gift Card che permette l’acquisto anche dei titoli della Stagione Sinfonica e degli eventi Extra della Stagione 2014.

Tante possibilità in più per assistere ad una Stagione ricca di proposte, con artisti di fama internazionale. La Fondazione Petruzzelli rinnova l’attenzione nei confronti dei giovani, delle famiglie e dei singoli spettatori, offrendo l’opportunità di sottoscrivere un “mini abbonamento” e regalare Teatro, Musica e Cultura.

L’ offerta si articola in quattro soluzioni:

Opera Card propone un “mini abbonamento” composto da quattro titoli della Stagione d’Opera e Balletto 2014 ed il 15 % di sconto sulla sottoscrizione.

Young Card si rivolge ai giovani sotto i trent’anni che possono scegliere quattro titoli della Stagione d’Opera e Balletto 2014, fruendo del 30% di sconto.

Family Card offre sempre quattro titoli della Stagione d’Opera e Balletto 2014 per il sottoscrittore ed il suo piccolo accompagnatore che, fino ai quindici anni, entrerà gratis.

Gift Card del valore di cinquanta o cento euro, valida per tutto il 2014, offre la possibilità di acquistare biglietti per Opera, Balletto, Sinfonica ed Eventi Extra.

Informazioni: 080.975.28.40, www.fondazionepetruzzelli.it

Biglietti in vendita al botteghino del Teatro Petruzzelli e su www.bookingshow.it

Informazioni: 080.975.28.40.

 

Karl Heinz Steffens 2   ph Gert Kiermeyer
 

Karl-Heinz Steffens

direttore

Karl-Heinz Steffens ha lasciato nel 2007 la posizione di clarinetto solista della Berlin Philharmonisches Orchester e la carriera solistica per dedicarsi esclusivamente alla direzione d’orchestra, assumendo il ruolo di direttore musicale ed artistico della Staatskapelle di Halle. A partire dalla stagione 2009/10 è anche direttore musicale della Deutsche Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz di Ludwigshafen.

Da allora Steffens ha diretto tutte le più importanti orchestre tedesche (Berlino, Colonia, Francoforte, Monaco di Baviera, Dresda, Lipsia), ha debuttato in Giappone con l’Orchestra della NHK e diretto, fra le altre, le Orchestre di Berna e di Monte-Carlo. È tornato per la terza volta a Birmingham, ha diretto in ottobre i Berliner Philharmoniker e l’Orchestre Philharmonique de Radio France, sarà ancora a Copenhagen, Helsinki, Manchester.

Molto attivo anche in ambito lirico, ha debuttato nel 2008 allo Staatsoper Unter den Linden con Fidelio e vi è tornato regolarmente a dirigere Tosca, Traviata e la Sposa venduta. Nel gennaio 2012 ha debuttato alla Scala, su invito di Daniel Barenboim, con il Don Giovanni di Mozart e ha portato la stessa produzione al Bolshoi di Mosca. Nel 2014 tornerà alla Scala con Così fan tutte.

Con la sue orchestre di Halle e Ludwigshafen sta portando avanti il grande progetto del Ring di Wagner.

 

Ekaterina Sadovnikova
 

Ekaterina Sadovnikova

soprano

Nata in Russia nel 1980. Laureata in Storia, ha studiato canto alla scuola di musica di Armavir.

Nel 2002 è entrata nel direttivo del conservatorio di San Pietroburgo, completando nel 2007 la sua istruzione. Nel 2006 ha studiato alla Hochschule für Musik di Dresda. Dal 2009 studia con R. Giménez all’Accademia Concertante di Barcellona.

Nel 2006 si è classificata fra i vincitori della “Competizione dell’opera” a Dresda e della V Competizione Internazionale “E. Obraztsova”.

Nel 2008 ha cantato Adina in L’elisir d’amore al Mikhailovskij Theatre, al Bolshoj Theatre. Ha partecipato al Young Singer Project a Salisburgo e al concerto con la Mozarteum Orchestra diretta da I. Bolton.

Ha debuttato come Violetta ne La traviata all’Opera Royal de Wallonie di Liegi.

È stata Violetta ne La traviata alla Fenice di Venezia, ha cantato nella Traviata al San Carlo, Gilda nel Rigoletto alle Terme di Caracalla e La traviata alla Fenice.

È stata Gilda alla Royal Opera House di Londra, ha cantato nella Quarta sinfonia di Mahler all’Accademia Santa Cecilia ed a Tokio con il Regio di Torino.

Nel 2011 ha debuttato come Musetta ne La bohème, ha cantato Lucia di Lammermoor alla Fenice, Gilda al Comunale di Reggio Emilia e alla Canadian Opera Company di Toronto.

Ha cantato il Gloria di Poulenc al Maggio Musicale Fiorentino e ha debuttato come Zerlina nel Don Giovanni alla Scala.

Nel 2012 è stata Pamina in Die Zauberflöte all’Opera di Roma e Susanna ne le Nozze di Figaro al Bellini di Catania.

Ha cantato nella Messa da Requiem di Mozart a Roma e Orvieto. Ha cantato nel Trittico al Theater an der Wien, Nannetta in Falstaff alla Scala. È stata La voce dal cielo nel Don Carlo, diretto da Z. Mehta al Maggio Musicale Fiorentino e Nannetta a Tel Aviv con l’Israel Philharmonic Orchestra.

 

Chiara Amarù
 

Chiara Amarù

mezzosoprano

Nata a Palermo, diplomata al Conservatorio della sua città, si perfeziona con i maestri Ganassi, Serra, Frittoli, Alaimo, Antoniozzi, Araiza, Giménez, Wymola, Mariani, Freni e Bertocchi.

Dal 2009 al 2011 frequenta la Scuola dell’Opera Italiana a Bologna proseguendo un’intensa attività concertistica e operistica.

Finalista ai concorsi Ziino 2008 e As.Li.Co. 2008 (ruolo di Dorabella in Così fan tutte), che vince nel 2010 (ruolo di Angelina ne La Cenerentola), si esibisce in alcune delle più importanti istituzioni italiane (ROF, Comunale di Bologna, Lirico di Cagliari, Petruzzelli di Bari, Regio di Torino, Fenice di Venezia, Festival MiTo, Festival della Valle d’Itria, Politeama di Palermo, Aslico, Teatro Marrucino di Chieti) e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, cimentandosi in lavori di Pergolesi (Stabat Mater), Cimarosa (Fidalma in Matrimonio segreto), Mozart (Idamante in Idomeneo, Dorabella in Cos fan tutte, Requiem), Boccherini (Stabat Mater), Rossini (Isabella nell’Italiana in Algeri, Rosina in Barbiere di Siviglia, Angelina nella Cenerentola, Mosè in Egitto), Offenbach (Monsieur Choufleuri), Strauss (Elektra), Rota (Napoli milionaria).

Tra i suoi più recenti e prossimi impegni si annoverano Il matrimonio segreto di Cimarosa al Teatro Regio di Torino, La donna del lago al Rof 2013, Barbiere di Siviglia al Massimo di Palermo, alla Fenice di Venezia ed al Regio di Torino, Cenerentola a Treviso e Ferrara, Cosi fan tutte a Bologna, Comte Ory alla Scala.

 

Francisco Gatell Photo by Gianni Ugolini   Seated   Small
 

Juan Francisco Gatell

tenore

La sua voce è stata definita luminosa, seducente, elegante ed agile, la sua recitazione drammatica e delicata.

Ha calcato i più importanti palcoscenici d’Europa, del Nord e del Sud America, tra cui il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro alla Scala di Milano, l’Opera di Roma La Fenice di Venezia, il Musikverein, la Staatsoper di Vienna, il Théâtre des Champs Elysées di Parigi, il Festival di Salisburgo ed a Chicago, New York e Washington.

Nella stagione 2013/’14 ha debuttato alla Royal Opera House di Muscat in Oman come Conte d’Almaviva nel Barbiere di Siviglia di Rossini, come Fenton nel Falstaff di Verdi alla Los Angeles Opera e debutterà come Tom Rakewell in The Rake’s Progress di Stravinsky al Teatro La Fenice di Venezia. Tornerà al Teatro alla Scala di Milano nella Lucia di Lammermoor e a Vienna nel Cosi fan tutte per il Wiener Festwochen.

Tra i suoi dvd: la produzione del Festival di Salisburgo di Romeo et Juliette, con A. Netrebko e R. Villazon (Deutsche Grammophon), Il burbero di buon cuore (Dynamic), il Don Pasquale (Arthaus - Musik), Il viaggio a Reims, ripreso alla Scala (Vox Imago) e Il barbiere di Siviglia al Rossini Opera Festival.

Tra le registrazioni discografiche: Ernesto nel Don Pasquale di Donizetti dal Festival di Ravenna (Arthaus-Musik), con la direzione di R. Muti, il Requiem di Mozart con l’Orchestra della Toscana a Siena (Accademia Musicale Chigiana) diretto da G. Gelmetti, Beppe e Arlecchino in Pagliacci di Leoncavallo, live al Teatro Carlo Felice, con la direzione di B. Bartoletti.

 

Alessandro Spina
 

Alessandro Spina

basso

Ha studiato canto al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con la Prof.ssa G. Canetti, perfezionandosi con i maestri F. Bandera e L. Scipioni.

Ha collaborato con importanti registi quali R. Carsen, R. De Simone, S. Braunschweig, M. Van Hoecke, J. Franconi Lee, H. De Ana, D. Abbado, D. Michieletto, M. Gasparon, L. De Fusco, G. Ferrara, R. Cappuccio, P. Stein, S. Brown, L. Muscato. Tra i direttori d’orchestra ricordiamo R. Abbado, A. Battistoni, M. Benini, F.M. Bressan, D. Callegari, B. Casoni, A. Fisch, D. Gatti, M. Mariotti, P. Morandi, R. Muti, C. Rovaris, W. Sawallish, P. Steinberg J. Valcuha, M. Zanetti.

Ha interpretato Alfonso in Così fan tutte nella tournée del Teatro San Carlo in Chile, Frère Laurent in Roméo et Juliette al Filarmonico di Verona, Lunardo ne I quatro rusteghi, Angelotti in Tosca all’Arena di Verona, al Regio di Parma, alla Fenice di Venezia, al San Carlo di Napoli e all’Opera di Roma, Colline ne La bohème al Malibran di Venezia, al San Carlo, il ruolo del titolo in Don Pasquale, Simone in Gianni Schicchi al Maggio Musicale Fiorentino e a Modena, inciso in dvd da TDK, Abimelech in Samson et Dalila al Teatro Verdi di Trieste.

Si è esibito in Gianni di Parigi al Festival di Wexford e in Crispino e la comare al Festival della Valle d’Itria. Ha partecipato all’inaugurazione della Stagione 2009 del Teatro alla Scala nel Don Carlo diretto da D. Gatti.

Ha cantato: Te Deum di Britten (produzione Teatro alla Scala), Requiem di Fauré, Requiem di Mozart diretto da M. Mariotti a Bologna, Oratorio di Natale di Saint-Saëns, Messa di Mercadante per il San Carlo, Messa KV 317 di Mozart diretta da R. Abbado.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
requiemmozartpetruzzellistagionenatale
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.