A- A+
PugliaItalia
Pop.di Puglia e Basilicata L'aumento di capitale

La Consob ha ratificato l’aumento di capitale proposto dai vertici della Banca Popolare di Puglia e Basilicata scpa. Operazione che ammonta a 29.624.530 euro, valida dal 6 luglio 2015 al 19 settembre 2015.

E’ il prosieguo del rafforzamento patrimoniale dell’istituto bancario appulo-lucano, iniziato nel 2014, e concluso con l’incasso di 69,5 milioni di euro.

Le azioni da comprare sono offerte al prezzo di 5 euro cadauna. Per ciascuna azione sottoscritta gli investitori potranno firmare una obbligazione.

BPPB logo
 

L’aumento di capitale è scindibile. Qualora non fosse acquisito integralmente, le adesioni alle offerte manterranno la loro efficacia e il capitale sociale sarà incrementato di un importo uguale alle sottoscrizioni raccolte.

Perchè la Banca Popolare di Puglia e Basilicata offre ai suoi soci e al mercato più di 29 milioni di euro di azioni?

“Tale capitale - scrive la Consob - costituisce un requisito essenziale per consentire alla Banca di perseguire il rinsaldmento dei propri coefficienti patrimoniali, anche in ragione di quanto richiesto dalla Banca d’Italia, e di disporre delle risorse necessarie al raggiungimento degli obiettivi delineati nel piano industriale”.

La Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha chiuso gli ultimi tre anni in perdita : meno 2,490 milioni di euro al 31 dicembre 2014, meno 9,989 milioni al 31 dicembre 2013,meno 124,6 milioni al 31 dicembre 2012.

Tags:
bancacapitaleaumentopugliabasilicatapopolare
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.