A- A+
PugliaItalia
Puglia Sounds chiusa l'era Princigalli. Note sul futuro

Botta e risposta, a stretto giro di comunicati - anche se i protagonisti danno l'impressione di ignorarsi a vicenda - tra il Coordinatore di Puglia Sounds, Antonio Pricigalli, che comunica la fine del suo mandato - con una nota amaramente graffiante - e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che nel lamentare la stretta sulla disponibilità dei fondi comunitari, tiene a ribadire che comunque "il progetto proseguirà".

princigalli8
 

La comunicazione di Antonio Princigalli, Coordinatore di Puglia Sounds

Cari tutti,

vi scrivo per comunicarvi che da domani, 1 luglio 2016,  terminerò il mio ruolo di Coordinatore di Puglia Sounds. 
Il progetto per lo sviluppo del “sistema musicale” più innovativo che sia mai stato realizzato in Italia. 

Dal 2010 abbiamo organizzato 5 edizioni del Medimex, promosso circa 800 concerti in 80 Paesi del mondo, favorito la creazione di quasi 200 dischi, creato una rete tra 106 festival, sostenuto migliaia di spettacoli. 

Princigalli3jpg
 

Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza una intelligenza politica complessiva che ha attribuito alla cultura un ruolo centrale per la Puglia e che ha avuto la lungimiranza di capire che l’enorme patrimonio musicale pugliese potesse contribuire allo sviluppo economico, sociale e turistico della regione. 

Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza gli  artisti, i festival, le case discografiche, le imprese, le associazioni, i tecnici, gli studi di registrazione etc. che con il loro lavoro e la loro creatività sono stati i principali artefici dei risultati raggiunti. 

Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza che molte persone avessero svolto in questi anni il proprio lavoro all’interno di Puglia Sounds, con encomiabile dedizione e professionalità. 
Questo è quello che è stato. 

Come stabilito, abbiamo concluso i progetti e  le attività previste dalla precedente programmazione entro giugno 2016 e risparmiando sui fondi pregressi, siamo riusciti anche a prorogare fino a novembre alcune attività internazionali e poco altro. 

Di ciò che sarà del futuro di Puglia Sounds e del Medimex, purtroppo non so dirvi nulla.

Grazie, 
Antonio Princigalli

Emiliano Patto Salute
 

Pochi minuti dopo la pubblicazione di questa nota, il presidente Michele Emiliano risponde con la diffusione della sua dichiarazione: “Puglia Sounds è un progetto realizzato con la collaborazione del consorzio Teatro Pubblico Pugliese, che ha consentito alla Regione Puglia di investire la somma di 5.030.000 di euro intervenendo in un settore come quello della musica nel quale la Puglia non era mai stata presente in precedenza".

"Si è trattato soprattutto di fondi strutturali, europei e FAS (oggi FSC) che oggi, in parte, non sono più utilizzabili (quelli europei) e in parte (FSC) non sono stati ancora assegnati alla Regione Puglia che ne disporrà nel cosiddetto Patto per il sud nella misura di 1.944.000.000 e, dunque, per un valore totale pari a meno della metà di quello precedentemente assegnato".

"Ciò nonostante - precisa Emiliano - è volontà della Regione Puglia proseguire il progetto".

Medimex open 2015
 

"In un mercato in cui la produzione discografica non rappresenta più il main business della musica - aggiunge poi - Puglia Sounds si ritrova dinanzi a un bivio che necessita di un’impostazione di stampo manageriale che coinvolga privati e sponsor e fornisca un supporto concreto agli operatori, a partire dalle imprese che trasformano l’energia vitale in evento, la creatività in opportunità di crescita per la comunità, la musica in lavoro".

"La vitalità delle produzioni artistiche dei talenti locali, dal Gargano al Salento - prosegue il Governatore pugliese - rappresenta uno straordinario vettore per la storia, le tradizioni, la cultura della nostra regione: un patrimonio di bellezza da valorizzare. Ma la bellezza che si specchia in se stessa non produce felicità. A tal fine è determinante, attraverso un lavoro di stretta relazione di Puglia Sounds con Puglia Promozione, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo e gli enti locali, valorizzare congiuntamente questo patrimonio con una proposta articolata che faccia della Puglia una terra ospitale per un turismo culturale consapevole e produttivo".

Medimex 2014 4
 

Quindi sottolinea: "È necessario procedere con decisione in questa direzione, rilanciando il progetto del Medimex, che ha costituito la principale novità culturale italiana nel campo della musica degli ultimi anni, per rivitalizzare il territorio e porre la Puglia, che già beneficia di un momento di grande visibilità internazionale, come una delle aree votate alla musica".

"Gli eventi di approfondimento attualmente presenti al Medimex (workshop e convegni) - puntualizza - si svolgeranno sempre più fuori dai recinti, all’interno dei comuni, nelle piazze e in luoghi pubblici che “aprano” le città, preparando l’accoglienza".

"Puglia Sounds ha rappresentato per alcuni artisti pugliesi un sostegno economico per le produzioni musicali e per l’esportazione delle proposte, ad esempio attraverso bandi finalizzati alla copertura delle spese per la realizzazione di dischi e per l’organizzazione di tour oltreconfine".

Medimex2015 3
 

"E’ necessario continuare a investire sulla realizzazione dei progetti degli artisti sostenendo, in particolare, le opere prime ritenute particolarmente meritevoli e individuando tutte le forme possibili di finanziamento a supporto della creatività e della sua diffusione".

"Il sistema Puglia Sounds - ribadisce - deve essere il principale veicolo di promozione degli artisti pugliesi, degli eventi organizzati sul territorio ed “esportati”, deve patrocinare tutte le iniziative musicali in linea con gli obiettivi sin qui elencati, non necessariamente attraverso il contributo economico ma ponendo la propria competenza e visibilità a servizio della promozione degli eventi, del supporto alla direzione artistica".

grassi carmelo
 

"Tali iniziative - conclude Emiliano - potranno essere valorizzate nel tempo, anche attraverso contributo economico, seguendo criteri strettamente meritocratici legati ai risultati conseguiti in termini qualitativi e quantitativi: nell’arte il sostegno a chi merita è valore etico e non esistono legittimi interessi al di sopra di tale criterio selettivo".

Capone Emiliano
 

Il sigillo finale al botta e risposta arriva, infine, dal Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Carmelo Grassi: "Intendo ringraziare il nostro coordinatore del progetto Puglia Sounds, Antonio Princigalli, a nome del Teatro Pubblico Pugliese per il lavoro svolto".

"Intendo inoltre precisare - aggiunge Grassi - che il progetto Puglia Sounds ed il Medimex, per volontà del Presidente Emiliano e dell'Assessore al ramo Loredana Capone, continueranno in coerenza con la programmazione FESR 14-20 sulla quale si sta già lavorando. Il TPP sta operando nella stessa direzione ed in sinergia con la Regione per rendere possibile tutto ciò".

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
puglia sounds antonio princigalli chiudepuglia sounds michele emiliano antonio princigallipuglia sounds regione pugliapuglia sounds teatro pubblico pugliese
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.