A- A+
PugliaItalia
S.M.Art. BUIL.T al Castello di Bari Monitoraggio dei Centri Storici

La vulnerabilità degli edifici e nuovi test sulla stabilità degli immobili storici, che comprendono anche analisi delle vibrazioni strutturali. Anche questo è al centro degli interventi al Castello Normanno-Svevo di Bari nella conferenza internazionale “I centri storici tra cultura, arte e tecniche: un nuovo paradigma per la prevenzione dei rischi attraverso il monitoraggio strutturale”, promossa dallo S.M.ART. BUIL.T. (Structural Monitoring of Artistic and Historical Building Testimonies), il progetto del Politecnico di Bari finanziato dal programma di cooperazione territoriale tra Grecia e Italia, 2007-2013, “Invest in Our Future”.

Una tre giorni intensa che ha visto docenti delle università greche e pugliesi discutere di “Protezione dei monumenti e del loro contenuto dal terremoto attraverso un sistema sotterraneo sostenibile di riduzione del terremoto stesso”.

L’evento nel castello barese rappresenta la più importante azione di diffusione tra le attività dello S.M.ART. BUIL.T. per favorire lo scambio di esperienze in aree di ricerca di settori strategici come il monitoraggio sismico e strutturale, la conservazione del patrimonio storico ed artistico, lo studio delle problematiche computazionali e lo sviluppo delle tecnologie per il monitoraggio e la modellazione degli edifici storici, in questo caso particolare, di Trani e Corfù. I due centri storici sono costituiti, infatti, da diversi edifici antichi e fragili, per la maggior parte costruiti con pietra locale, rappresentativi di una tipologia largamente diffusa nell'area mediterranea.

"L'obiettivo è quello di fare dell’evento un forum per la diffusione delle ultime ricerche scientifiche e tecniche - detto la promotrice e coordinatrice del progetto Dora Foti - emerse per proteggere edifici artistici e storici dalle calamità naturali e prevenire così la perdita di vite umane e di beni".

La conferenza, in tempoo reale, si è già occupata dei risultati ottenuti sinora dallo S.M.ART. BUIL.T., nonché di indicazioni strategiche sulla tutela del patrimonio architettonico; obiettivi e sfide dei monumenti storici e monitoraggio dinamico, a cominciare dal Colosseo e dalla Torre di Pisa; storia e conservazione del porto di Trani; manutenzione e verifica strutturale degli edifici storici e, infine, di nuovi teoremi sulla localizzazione dei danni alle strutture.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
smart builtcentri storicibarifotipolitecnicocastello
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.