A- A+
PugliaItalia
Sanità, Lacarra: “Fissati i punti essenziali del piano di riordino”

“Ringrazio il presidente Michele Emiliano per la possibilità che ci è stata data di discutere del piano di riordino e il responsabile del dipartimento Salute, Giancarlo Ruscitti, che si è fatto carico di questa situazione già a percorso iniziato. E ringrazio il presidente della terza commissione, Pino Romano, che ritengo debba ritirare le dimissioni: è merito del suo lavoro se, in questa sede, abbiamo potuto avere un dialogo efficace con tutte le parti sociali, che si è poi tradotto anche in alcuni emendamenti. Ma ora il piano va applicato e, in questa fase, sarà indispensabile un ulteriore momento di confronto tra il governo, la commissione e il Consiglio”.

medici ospedale
 

È quanto ha detto, in terza commissione Sanità, il consigliere regionale (e segretario del Pd Puglia), Marco Lacarra, intervenendo dopo l’audizione del presidente e assessore alla Salute, Michele Emiliano.

Lacarra ha esposto, in sintesi, i punti cardine del piano di riordino e dell’intero sistema sanitario pugliese. “Questo piano - ha spiegato - si basa sulle reti assistenziali, puntando su quelle di oncologia, cardiologia, reumatologia, traumatologia ed emergenza- urgenza. Contempla anche un sistema di ambulanze medicalizzate laddove, a livello territoriale, non siano presenti punti di primo intervento. Ma l’altro punto nevralgico è il potenziamento della medicina territoriale attraverso i Pta, come nel caso di Trani e Conversano, i cui ospedali sono stati riconvertiti in questo senso”.

L’esponente del Pd ha però rimarcato la necessità di “risparmiare sulla spesa farmaceutica, attraverso la logistica e l’appropriatezza delle cure, in modo da evitare la farmaco-dispersione”. C’è poi il capitolo dei presìdi protesici, “per i quali si registra - ha rimarcato Lacarra - un comportamento non uniforme in tutta la regione. Ebbene, occorrerebbe uniformità nelle agende della Asl e dei presìdi ospedalieri, in modo da evitare una divaricazione delle prestazioni. Questo, si può garantire sicuramente attraverso un coordinamento delle direzioni generali delle Aziende sanitarie, che sarebbe sempre auspicabile”.

Tags:
marco lacarra sanità piano riordino ospedaliero pdpuglia michele emiliano piano riordino ospedaliero
i blog di affari
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.