A- A+
PugliaItalia
Sbarca a Bari il cavo sottomarino new generation AAE-1 (Asia-Africa-Europa-1)

L’Italia è ufficialmente collegata al sistema cavo sottomarino di ultima generazione ad alta capacità AAE-1, che collega Europa, Africa e Asia dal Mediterraneo fino a Singapore e Hong Kong. Nel rispetto dei tempi previsti dal piano operativo, le attività di sbarco a Bari sono state completate con successo. 

AAE 1 Network Map .jpg.aspx
 

Il cavo sottomarino AAE-1, lungo circa 25 mila chilometri, rappresenta uno dei primi cavi sottomarini in grado di fornire un percorso a bassa latenza tra il Far East e l'Europa. Il cavo AAE-1, operativo già alla fine del 2016, fornirà altissime capacità su un percorso diversificato rispetto ai congestionati sistemi sottomarini tradizionali esistenti.

La nuovissima landing station di Bari - ovvero il Data Center di collegamento del cavo sottomarino alla rete terrestre interamente di proprietà di Retelit - sarà il nuovo gateway alternativo del Mediterraneo, da e verso l'Europa. La posizione geografica strategica, al centro del Mediterraneo, rappresenta il punto di collegamento più vicino ai maggiori Data Center Neutrali e Internet Exchange dell’Europa Occidentale, dall’Africa e dal Medio ed Estremo Oriente. Grazie alla tecnologia della rete Retelit a multipli 100 Gbps, la landing station di Bari garantirà agli operatori un percorso alternativo e resiliente per la connettività sulla tratta Eurasia.

Con gran parte della rete sottomarina già posata e 11 landing station collegate sulle 20 previste, il progetto del cavo AAE1 si sta avvicinando alla data di completamento, prevista entro la fine del 2016. Il sistema AAE-1 sarà l’unico a garantire connettività diretta e alla più bassa latenza tra Asia ed Europa.

AAE1 Retelit Protto
 

Un progetto senza precedenti nei mari dell’Eurasia, che coinvolge 19 operatori e che, una volta completato, collegherà Hong Kong, Vietnam, Cambogia, Malesia, Singapore, Tailandia, Myanmar, India, Pakistan, Oman, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Yemen, Gibuti, Arabia Saudita, Egitto, Grecia, Italia e Francia.

"Retelit annuncia con grande orgoglio l’atterraggio in Italia del cavo AAE-1. Grazie al collegamento del cavo AAE-1 alla nostra landing station di Bari, Retelit è ora in grado di garantire un’offerta globale ai propri clienti e una via di accesso all’Europa Occidentale decisamente innovativa da Asia e Africa", afferma Federico Protto, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Retelit.

AAE1 gigabit
 

"I carrier e i content provider potranno ora beneficiare di un più ampio portafoglio di soluzioni internazionali Internet a banda larga e di Data Center: con la landing station di Bari, Retelit sarà in grado di fornire connettività alternativa e di altissime prestazioni dal cuore del Mediterraneo verso l'Europa con livelli di servizio premium e soluzioni chiavi in mano", aggiunge Giuseppe Sini, Direttore Commerciale di Retelit.

Il cavo AAE-1, in tecnologia di trasmissione a 100 Gbps, è stato progettato con una capacità nominale minima di 40 terabit. Si tratta di un cavo sottomarino di nuova generazione che connette i principali gateway asiatici di Hong Kong e Singapore, con diverse opzioni di connettività verso l’Europa, attraverso punti di sbarco in Grecia, Italia e Francia.

AAE1 retelit group
 

RETELIT

Retelit è uno dei principali operatori italiani di servizi dati e infrastrutture nel mercato delle telecomunicazioni, dal 2000 quotato alla Borsa di Milano. L’infrastruttura in fibra ottica di proprietà della società si sviluppa per oltre 9.000 chilometri e collega 9 Reti Metropolitane e 18 Data Center in tutta Italia. La rete di Retelit, inoltre, si estende oltre i confini nazionali con un ring paneuropeo con PoP a Francoforte e Londra.

Retelit è membro dell’AAE-1 (Africa-Asia-Europe-1), il sistema di cavo sottomarino che collega l’Europa all’Asia attraverso il Medio Oriente, raggiungendo 19 Paesi, da Marsiglia a Hong Kong, con una landing station di proprietà a Bari. Gli asset di valore fanno di Retelit il partner tecnologico infrastrutturale ideale per gli operatori TLC, ICT e per le aziende, con un’offerta completa di soluzioni immediate di qualità, affidabili e sicure.

Servizi che vanno dalla connessione Internet in fibra ottica ultrabroadband al Cloud, dai servizi di rete e VPN alle soluzioni di colocation in oltre 16.000 metri quadrati di spazi attrezzati e sicuri connessi in fibra ottica, per esternalizzare servizi di Data Center e soddisfare esigenze di disaster recovery e business continuity. I servizi Carrier Ethernet di Retelit sono, inoltre, certificati Metro Ethernet Forum (MEF).

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
cavo sottomarinoaae1network mondialecomunicazione digitaleasia-africa-europa1
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.