A- A+
PugliaItalia
Spot anti-Salento, Confagricoltura: "Xylella non venga usata come arma improria!"

"Non si può vendere un po' di olio in più infangando il Salento e usando la Xylella come un'arma impropria". Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Taranto, stigmatizza lo spot anti-Salento di un'azienda frantoiana di Ginosa, che ha sollevato la ferma protesta di istituzioni regionali e organizzazioni di categoria salentine.

Luca Lazzàro   presidente Confagricoltura Taranto
 

 

"Come tarantini e come abitanti della Terra delle Gravine - spiega Lazzàro - ci sentiamo colpiti nella dignità e nell’intelligenza. E' per questo che vogliamo difendere tutti gli ulivi, il cui olio è incontestabilmente e scientificamentesano ovunque venga prodotto in Puglia".

 

"Soprattutto, però, vogliamo difendere i produttori sani, salentini, tarantini e pugliesi, che combattono contro la Xylella e ora, purtroppo, devono parare anche il colpo basso di una pubblicità sbagliata e che denota soltanto una profonda ignoranza della materia. Quando si unisce questa alla spregiudicatezza, il risultato può essere - com'è successo - uno spot "sgrammaticato" che squalifica chimaldestramente e subdolamente cerca di far passare messaggi errati. Con un effetto contrario, credo, capace disporcare sia il Salento sia la Terra delle Gravine con una speculazione di infimo livello".

 

ulivi espianto
 

"E lo diciamo da Taranto - aggiunge con forza Lazzàro - dove i nostri agricoltori hanno già pagato, e a caro prezzo, l'impatto collaterale quanto deleterio dell'inquinamento della grande industria sui mercati, oltre che sull'ambiente. Per capire che tipo di danni può fare divulgare informazioni o, semplicemente, suggestioni sbagliate, vorrei ricordare che tempo fa, in un’intervista realizzata a Manduria, ho dovuto ribadire  con determinazione il concetto della salubrità del nostro olio d’oliva ad una giornalista giapponese, che me ne chiedeva conto proprio in relazione alla Xylella".

 

Di qui la richiesta al presidente della Regione Puglia: "Come Confagricoltura - rimarca Lazzàro - siamo contro chi specula e divide l'olio sano da quello supposto o presunto insano, peraltro basandosi su un presupposto del tutto inesistentecosì come combattiamo l'attività dei venditori di fumo,  i grandi marchi che vendono olio vergine per extravergine. Ma riteniamo anche che sia opportuno un intervento forte di Michele Emiliano: sia lui a promuovere con uno spot l'olio tarantino, salentino e pugliese tutto. Siamo sicuri - conclude il presidente di Confagricoltura - che saprà trovare le parole giuste per difendere e promuovere la Puglia, l'olio e i produttori migliori".

Tags:
confagricolturasalentoolioarmalazzaro
Loading...
i blog di affari
Eriksen, la svolta del calcio: da spettacolo del business a lezione di umanità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.