A- A+
PugliaItalia
surico1
"Sono costretto a revocare il mio sostegno alla candidatura di Davide Carlucci a sindaco di Acquaviva",  dichiara in una nota il consigliere regionale Giammarco Surico (PdL).
 
"Avevo sostenuto con entusiasmo e grande speranza in una nuova stagione politica una candidatura che sembrava aprire finalmente ad un laboratorio di idee e di programmi, anziché ad un poltronificio per pochi intimi. Ma la riconosciuta onestà intellettuale del candidato sindaco ha dovuto evidentemente scontrarsi con le vecchie, deleterie e devastanti logiche dei dinosauri  di certa politica della sua coalizione che affonda le radici nel settarismo più volgare".
 
"Un atteggiamento discriminatorio e degno del peggior oscurantismo stalinista ha imprigionato
carlucci.2jpg

il genuino sforzo di Carlucci - ha aggiunto Surico -  a dare una spinta decisiva per liberare forze positive che potessero inaugurare una fase politica costituente".

"Peccato, ma non posso lasciare che la dignità e la storia delle persone perbene possa essere calpestata", è stata la chiosa finale.
Tags:
acquaviva delle fonticarluccisuricosostegno
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.