A- A+
PugliaItalia
TAP, emesso il decreto per occupare i terreni a Melendugno

Il Ministero dello Sviluppo economico ha emesso il decreto, firmato dal direttore generale, FrancoTerlizzese, per la servitù e occupazione temporanea dei terreni di Melendugno (Lecce).

Provvedimento fondamentale per l’inizio lavori del gasdotto di interconnessione Italia-Albania, ideato e gestito dalla società Trans adriatic pipeline AG.

In particolare, sui terreni di proprietà privata, si realizzerà la condotta per il trasporto di idrocarburi gassosi naturali, interrata a 1,5 metri di profondità, posa di cavi in fibra ottica, installazione di apparecchiature di protezione attiva contro corrosione.

A TAP è consentito di occupare, anche per mezzo di imprese appaltatrici e per tre anni e sei mesi, l’area necessaria all’esecuzione delle opere.

L’ordinanza di esproprio può essere impugnata, innanzi al Tribunale amministrativo regionale o con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro trenta giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Tags:
tapdecretomelendugnooccupazioneterreni
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.