A- A+
PugliaItalia
TAP, Trevisi (M5S) a De Vincenti: 'VIA ministeriale su cartografia errata'

Il consigliere regionale pugliese del Movimento 5 Stelle, Antonio Trevisi, risponde al ministro Claudio De Vincenti, in visita a Bari, in riferimento ai diversi pareri favorevoli - rilasciati dal Ministero della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno - sulla realizzazione del gasdotto Tap e al DM 223 dell’ 11/09/2014, con cui il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha decretato “La compatibilità ambientale del progetto relativo alla realizzazione del gasdotto denominato “Trans Adriatic Pipeline”.

de vincenti
 

“Il ministro De Vincenti - dichiara Trevisi - non dice la verità quando dichiara che il tratto di San Foca è stato scelto in quanto  migliore profilo dal punto di vista ambientale. Il parere di VIA ministeriale rilasciato dalla Commissione ministeriale il 29 agosto del 2014, infatti, si è basato su una errata cartografia e su valutazioni discrezionali e soggettive”.

“La cartografia di riferimento - spiega il consigliere pentastellato - riporta una evidente e anomala discrepanza con lo stato dei luoghi proprio a largo delle coste del Comune di Melendugno. Certo, è bastato non riportare la Posidonia Oceanica sulla cartografia di riferimento ed evitare la conseguente classificazione dell'area come “SIC Mare”, quindi come “Area Protetta”, per assegnare a San Foca un punteggio inferiore a quello che avrebbe meritato e metterla nelle condizioni di risultare l’alternativa migliore".

TAP Brindisi2
 
trevisi m5s
 

"Dinanzi a tali oggettive considerazioni - continua il consigliere componente della Commissione Ambiente - il M5S non può non concludere che la classifica finale, quanto mai discrezionale e soggettiva, risulta di fatto falsata perché si basa su un “mero errore” ab origine e, di conseguenza, il Ministro De Vincenti o non sa quello che dice oppure si esprime senza conoscere i dati".

"Chiediamo al Ministro - insiste Trevisi - come sia possibile secondo lui che la prateria di Posidonia, presente dalle coste brindisine fino a quelle del Sud Salento, si interrompa in maniera innaturale proprio al confine amministrativo tra Vernole e Melendugno, per ricominciare a crescere al confine amministrativo tra Melendugno e Otranto”.

“Invitiamo De Vincenti a farsi una passeggiata lungo il litorale di Melendugno, proprio sulle spiagge dove, al momento, è previsto l’approdo del gasdotto TAP - conclude Trevisi -  troverebbe tutta la Posidonia, che a causa della caduta delle foglie e delle correnti marine e dei venti tipici della stagione fredda si deposita sulla battigia. Per questo riteniamo che la Valutazione d’Impatto Ambientale riguardante il progetto TAP sia tutta da rifare; l’approdo scelto non è, come è evidente a tutti tranne al Ministro De Vincenti, il migliore possibile dal punto di vista ambientale”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
tap claudio de vincenti san foca salento m5s antonio travisitap via ministeriale cartografia errata antonio trevisi m5s
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.