A- A+
PugliaItalia
Taranto, 'Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia': sarà Conte ad inaugurarlo

Tutto pronto a Taranto per l’inaugurazione delle lezioni del nuovo corso di Laurea di Medicina e Chirurgia prevista per il 12 ottobre alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Gli Stati generali per l’istituzione di una Università autonoma nel capoluogo jonico si sono tenuti in Prefettura, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mario Turco, del Prefetto di Taranto, Demetrio Martino e del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano; oltre che del presidente della Scuola di Medicina, Loreto Gesualdo, del coordinatore della stessa Scuola, Cosimo Tortorella, del direttore della Asl di Taranto, Stefano Rossi, del sindaco Rinaldo Melucci, del presidente della Camera di Commercio di Taranto, Luigi Sportelli, del presidente della Provincia Giovanni Gugliotti e del responsabile di Asset-Puglia Elio Sannicandro. In video conferenza: il presidente “Anvur”, Antonio Uricchio, il rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini, e del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino.

 DSF2253

“Una riunione molto importante, non solo per la facoltà di medicina di Taranto, che è una realtà e che verrà inaugurata il 12 ottobre insieme al corso di studio e insieme agli studenti che già si sono iscritti, ma per l’idea più ampia e complessiva di una vera e propria Università di Taranto. Un salto di qualità che la Regione Puglia sta seguendo con grande attenzione e che costituisce un punto di arrivo rilevantissimo per una città che, attraverso la formazione di eccellenza, può riprendere il suo ruolo di città guida del Mediterraneo e soprattutto uscire dalla monocultura dell’acciaio, che, secondo il nostro punto di vista, deve avere proprio nella facoltà universitaria di Taranto una concreta alternativa”.

Dopo aver sottolineato il grande risultato raggiunto nella strutturazione in tempi record (meno di tre mesi dalla acquisizione dell’immobile da parte della Regione) della nuova prestigiosa sede del corso nella ex sede della Banca d’Italia e indicato il piano organizzativo per l’avvio della didattica, il sottosegretario Turco ha puntualizzato i tre punti fondamentali che rappresentano “Gli obiettivi del progetto, che mira a rendere questo investimento fondamentale per questa città e il suo territorio, in vista di una sede Universitaria autonoma”.

 DSF2321

Primo tra essi: creare a Taranto una università autonoma. Per questo traguardo: “Sarà necessario - è stato sottolineato dai Rettori Bronzini e Cupertino - investire sulla sostenibilità e sulla caratterizzazione della offerta”, così “da non creare concorrenza tra le realtà della stessa regione “che nel caso della provincia esporta 12 mila studenti” (che emigrano in altre sedi lontane).

Come raggiungere questo risultato di lungo periodo (entro 5 anni)?, ha spiegato il sottosegratorio Turco: “Creando un tavolo tecnico sotto la regia del governo che ne individui il percorso”. A cui ha fatto seguito l'impegno del presidente Emiliano: “Noi siamo pronti a fare la nostra parte. Così come siamo anche disponibili a qualsiasi investimento che consenta la creazione di una quarta Università in Puglia”.

Il cronoprogramma di questo traguardo prevede da subito “La creazione di un percorso condiviso con tutte le Università della Regione che abbia l’obiettivo della sostenibilità. Dunque l’avvio del tavolo tecnico per la costituzione del piano scientifico e per la individuazione delle risorse necessarie per i primi tre anni. Del tavolo faranno parte: i rettori Bronzini e Cupertino, il direttore del Dipartimento Ionico Pagano e il presidente della Scuola di Medicina, Gesualdo.

“Sono grato a nome di tutti i tarantini - ha detto il sindaco di Taranto - della sintonia e degli sforzi che tutte le Istituzioni stanno assicurando per la crescita della nostra università. Adesso siamo disponibili ad un tavolo tecnico per ricercare sostenibilità e vocazioni del progetto per la sede di Taranto, ma sul linguaggio e gli obiettivi ultimi non ci possono più essere equivoci e l'Amministrazione comunale intende assumere l'autonomia della nostra università come uno dei temi fondamentali per il futuro della comunità ionica. È ormai una battaglia di civiltà e dignità per Taranto”.

Taranto Med5bis

Nella sede della ex Banca d’Italia il corso accoglierà i primi 60 studenti iscritti, la struttura è stata trasformata in un modello all’avanguardia con laboratori e tecnologie di ultima generazione in campo medico: “Un miracolo - è stato detto - che testimonia, ancora una volta, la capacità progettuale e realizzativa della struttura regionale (Asset)".

emiliano chiave conte2

Il presidente Emiliano, dopo l’incontro in Prefettura a Taranto, ha effettuato un sopralluogo nell’ex sede della Banca d’Italia, per verificare l’avanzamento dello stato  dei lavori, in vista dell’inaugurazione della Facoltà dì Medicina, in programma il 12 ottobre a Taranto e che avverrà alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

(gelormini@gmail.com)

Loading...
Commenti
    Tags:
    taranto corso laurea medicinagiuseppe contemichele emilianopuglia inaugurazione svolta
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Cinema. Terra di Siena Film Festival 2020. Le interviste di Alessandra Basile
    Redazione Trendiest News
    Il sonnellino della Ragione genera lockdown
    di Maurizio De Caro
    Nuove restrizioni? 10, 100, 1000 Napoli!
    Di Diego Fusaro
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.