A- A+
PugliaItalia
Taranto, Degl'Innocenti: Benvenuto Con prime polemiche... Inutili"!

Ha fatto appena in tempo ad arrivare in città per incappare in una inutile polemica. Mi riferisco alla nuova direttrice del MARTA, Eva Degl'Innicenti. La polemica nasce da una affermazione  che la stessa ha rilascito a "Taranto buona sera" circa la possibiklità di una collaborazione dell'industria tarentina al sostegno dellle attività culturali - Ilva ed ENI incluse.

Degli'Innocenti Eva
 

La dichiarazione per altro fatta in termini assai tranquilli e condivisibili dimostra la non conoscenza da parte della neo direttrice della realtà tarantina, dove la pronuncia della parola ILVA è sufficiente a scatenere le ire e le paure di una parte della città....

Pazienza, il tempo insegna molte cose.

Ma l'occasione è importante per riprendere alcune riflessioni, se vogliamo cambiare le cose la rabbia non basta, occorre costruire. Occorre fare distinzione tra corruzione, mance e forme di collaborazione.

ilva 500 (5)
 

In tutte le città che  in questi anni hanno mutato il segno della loro vocazione, passando da essere solo città industriali a città anche d'arte e cultura le realtà produttive hanno avuto un ruolo importante; a cosa è servita negli anni a Torino la presenza dellla fondazione Agnelli? E a Genova la fondazione Garrone? I Petrolieri Garrone anzi,
qualche anno or sono attraverso la fondazione omonima hanno realizzato nel Mezzogiorno d'italia un importante  iniziativa sulle capitali del pensiero greco nel mezzogiorno.

Taranto ponte
 

A Taranto il progetto lo trovai abbandonato in un cassetto e, recuperandolo, fu una delle prime iniziative che svolsi come assessore alla cultura. Venne remo Bodei e ci parlò del pensiero di Archita (purtroppo solo di Archita e non di Filonide che con la sua abitudine a farla fuori posto si è fatto amare di più da una parte dei nostri concittadini).

Il punto vero sono le regole: un conto sono le fondazioni, che corrispondono all' obbligo morale per chi produce reddito in un territorio e di avere la sensibilità e l'intelligenza di contribuire al benessere del luogo dove produce ricchezza, altro conto è il prendere  strani contributi alle stazioni di servizio. Questa città stranamente rischia di rifiutare il legittimo anzi dovuto contributo da assumere in forma trasparente e regolamentata, dopo aver preso quello illegittimo.

Ci sarà un perchè?

Tags:
taratodegl'innocentipolemicheilvamarta
Loading...
i blog di affari
Eriksen, la svolta del calcio: da spettacolo del business a lezione di umanità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.