A- A+
PugliaItalia
Taranto, PeacelinK: ancora cozze con diossina

Comunicato PeaceLink

l Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, con l'ordinanza regionale n.188, ha disposto il blocco del prelievo e della movimentazione di tutti i mitili presenti nel Primo seno del Mar Piccolo di Taranto. Emiliano ordina inoltre al sindaco di Taranto Ippazio Stefano di far osservare l'esecuzione dell'ordinanza che ha validità 30 mesi.
 
Per chi avesse qualche dubbio, questa è la triste conferma del gravissimo danno causato a Taranto dall'inquinamento e dalla negligenza di chi ha ignorato il problema. 
 
Ricordiamo il gesto del sindaco di Taranto quando alcuni anni fa, nonostante i dati emersi, mangiò in piazza delle cozze dichiarando che erano sicure.
 
L'ordinanza di Emiliano invece rivela presenza persistente di diossine e PCB nei mitili monitorati nel Primo Seno del Mar Piccolo.
 
Per il Ministro dell'Ambiente e per tutti coloro che parlano di miglioramenti a Taranto c'è un altro motivo di riflessione.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
tarantocozzediossinapeacelink
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.