A- A+
PugliaItalia
Taranto, processo Ilva - Regione Puglia è costituita parte civile

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è intervenuto a Taranto, all'apertura del maxi-processo Ilva, dinanzi ai giudici della Corte di assise. La Regione Puglia è costituita parte civile nel processo in quanto persona offesa dai reati contestati agli imputati.

IMG 8904
 

 

"Oggi la Regione Puglia - ha dichiarato il presidente Emiliano - è al fianco della Procura della Repubblica di Taranto e delle altre parti civili al fine di costruire insieme un percorso di verità. A noi interessa seguire un percorso di verità e giustizia perché come istituzione la Regione è vittima degli eventuali reati commessi. Stiamo parlando di reati gravissimi, come l'avvelenamento di sostanze alimentari, reato di competenza della Corte d'Assise. Questa non può essere una vicenda che passa sotto silenzio. La Regione intende assumere con scrupolo e dedizione il ruolo di parte civile a tutela dei cittadini pugliesi e tarantini in particolare".

Tags:
taranto ilva processo regione puglia parte civile michele emiliano
i blog di affari
Cdx, le liti regalano Milano a Sala. La Destra meneghina non esiste più
di Maurizio De Caro
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.