A- A+
PugliaItalia
Trani, 15enne la mano omicida del 34enne Biagio Zanni

Morire a 34 anni, nello slancio spontaneo per sedare una rissa, accoltellato fatalmente dalla mano omicida di un minorenne che ha meno della metà dei suoi anni. E' quanto accaduto a Biagio Zanni, in una tragica notte di fine estate a Trani, in prossimità di Piazza Quercia e del cuore della 'movida' cittadina.

Trani Zanni1
 

Secondo quanto ricostruito, la vittima è stata colpita con due coltellate, al fegato e al rene, e vano è risultato l'intervento chirurgico al Bonomo di Andria: Biagio Zanni è comunque spirato all'alba.

Costernato il sindaco di Trani Amedeo Bottaro: “Non si può morire a 34 anni in questo modo. Oggi Trani deve restare in silenzio e deve riflettere. Le cose sul porto devono cambiare e cambieranno!”. Il primo cittadino ha disposto in segno di lutto l’annullamento di tutte le manifestazioni pubbliche in programma in città per l’Estate Tranese 2015.

In corso le indagini dei carabinieri di Trani: pare fossere almeno cinque i ragazzi coinvolti nella rissa e tutti minorenni.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
zanniomicidiotranicoltello
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.