A- A+
PugliaItalia
Trasporti Ferroviari Puglia Giannini vede i sindacati

La nota-resoconto sull'incontro di Gianni Giannini con i sindacati sui problemi del trasporto ferroviario in Puglia:

 

L'assessore ai Trasporti Giovanni Giannini ha incontrato i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl Uil UilTrasporti, Faisal Confail, Fast Confsal, Cisal Trasporti, Ugl Trasporti e Usb per approfondire il nuovo modello di esercizio ferroviario di Trenitalia in Puglia.

 

Il nuovo modello è incentrato sulla gerarchizzazione dell'offerta, la velocizzazione dei servizi di lunga percorrenza (Foggia- Bari e Bari-Lecce), il cadenzamento degli orari, e l'interscambio nelle stazioni "porta" di Barletta, Molfetta, Mola di Bari, Fasano.

Trenitalia
 

 

I sindacati hanno condiviso il nuovo concetto di offerta commerciale, sperimentale per sei mesi, che va nella direzione di incrementare il fattore di riempimento dei treni,  finalizzato al raggiungimento della sostenibilità dei contratti di servizio e necessario ad evitare la sanzione prevista dalla Legge laddove non si raggiungono gli obiettivi di performance indicati dalla stessa nonché i riflessi occupazionali che potrebbero derivare da una decurtazione delle risorse per il trasporto pubblico locale regionale.

 

Negli ultimi due anni la Regione Puglia ha subito mancati trasferimenti per circa 50 milioni di euro. L'assessorato ai Trasporti ha garantito che in tale periodo di sperimentazione verrà data ampia disponibilità a valutare con attenzione tutte le osservazioni/modifiche che si dovessero rendere necessarie a garanzia di un'ampia partecipazione con le forze sociali.

 

E' stato altresì rappresentato che il nuovo modello, coerente alle previsioni della pianificazione regionale e dell'accordo quadro sottoscritto con RFI, verrà sottoposto all'attenzione degli Enti di Governo degli ATO perché possa risultare driver di progetto per i redigendi Piani di Bacino.

 

treni roma ape grande
 

I sindacati hanno lamentato l'assenza di risposta da parte degli Organi di Governo degli ATO, pur avendoli sollecitati con convocazioni sul tema. L'integrazione modale dei servizi automobilistici con quelli ferroviari è condizione imprescindibile per un modello di sistema dei trasporti moderno e funzionale.

 

Sono state inoltre affrontate le tematiche legate al passaggio delle Ferrovie ex concesse sotto l'ANSF, sopratutto in relazione ai tempi di autorizzazione e di validazione dei progetti di ammodernamento e messa in sicurezza delle reti regionali.

 

E' stata condivisa la necessità urgente di un'azione verso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che incrementi l'efficacia e soprattutto riduca i tempi tecnici autorizzatori dei sistemi SCMT, a garanzia di un rapido attrezzaggio a bordo e a terra di tutta la rete.

 

I sindacati auspicano che nei processi di liberalizzazione in atto si favorisca la crescita dimensionale delle tante imprese sul territorio sia nella gestione del servizio che dell'infrastruttura.

Trenitalia Morgante Barbara
 

 

Le risorse finanziarie oggi a disposizione da parte dello Stato e della Regione attraverso i fondi strutturali e l'FSC rappresentano una opportunità che non possiamo e non dobbiamo perdere. Per questa ragione sindacati e l'assessore hanno condiviso la necessità di sollecitare i soggetti attuatori coinvolti nei progetti di rinnovo del materiale rotabile automobilistico e ferroviario, ad accelerare le procedure di affidamento delle gare.

 

L'auspicio, infine, è che l'incontro del Presidente Emiliano e dell’assessore Giannini con l'Amministratore Delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, dia concrete risposte alle tematiche sollevate, e in particolare sulla maggiore accessibilità dei servizi di lunga percorrenza dalla Puglia verso la Capitale.

Tags:
trasporti ferroviari pugliagianni gianninisindacati
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.