A- A+
PugliaItalia
Via Francigena da Canterbury a Brindisi L'itinerario lungo del Consiglio d'Europa

Nell'ambito dello sviluppo delle Vie Francigene del Sud, che nel cuore del Subappennino Dauno in Puglia, a Troia, si biforcano verso Manfredonia/Monte Sant'Angelo e il santuario di San Michele Arcangelo, e verso i porti più a sud per imbarcarsi verso Gerusalemme, arriva il riconoscimento all’ampliamento da Canterbury fino a Brindisi, decretato il 14 aprile scorso dall’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali. Una realtà, che con i suoi 2300 chilometri diventa l’itinerario culturale più lungo nel programma degli itinerari del Consiglio d’Europa.

Francigena Sud
 
francigena 5
 

L’europarlamentare Silvia Costa, presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo, lo ha sottolineato nel suo intervento all’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali del Lussemburgo, “Mentre alcuni Stati europei alzano muri, noi apriamo nuove vie culturali e nuovi itinerari del dialogo interculturale e interreligioso”. La via Francigena unisce l’Europa e i Paesi non europei con l’Europa stessa nel nome della cultura e del dialogo.

via francigena 02
 

“Un risultato molto atteso, frutto del lavoro delle Associazioni europee delle vie Francigene, delle associazioni di camminatori e pellegrini, della Società italiana di Geografia delle Regioni, dei Comuni che hanno lavorato insieme per definire il nuovo itinerario che da San Pietro, a Roma, porta a Brindisi  e dell’impegno della europarlamentare Silvia Costa", commenta l’Assessore all’Industria Culturale e turistica, Loredana Capone.

Che poi aggiunge: "Lunedì scorso durante l’incontro dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, nella quale le regioni del sud sono rappresentante da Aldo Patruno, direttore del Dipartimento  Cultura e Turismo  della Regione Puglia, era stato predisposto un protocollo di intesa fra le regioni meridionali per la Via Francigena del Sud,  che prevede azioni di sostegno, infrastrutturazione, manutenzione promozione e gestione  del cammino".

Capone6
 

"A fine aprile la firma a Piacenza", prosegue Loredana Capone, "La Puglia, inoltre, è regione leader del progetto South Cultural Routes per il quale sono stanziati 4 milioni di euro che provengono dal Ministero dei Beni Culturali che coinvolge quattro regioni nel tracciare i cammini del sud, fra i quali primeggia ormai proprio la via Francigena".

"Per la Puglia è una grande occasione di rivivere il territorio attraverso il cammino - conclude - e un grande impegno per realizzare una fruizione  della Francigena sia per i camminatori che per i pellegrini contemporanei. Ma è una occasione per tutta la comunità internazionale, che potrà apprezzare un pezzo importante della via”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il progetto di Cammino dei Fari, denominato Flash, per il quale  la Puglia si è candidata come regione capofila all’interno del programma europeo Adrion insieme ad  Abruzzo, Molise, Grecia, Albania e Montenegro.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
francigenacaponecanterburyeuropaconsigliobrindisi
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.