A- A+
PugliaItalia
Xylella, si resiste all'azione radicale Europa, rischio embargo

Il rischio di embargo dei prodotti pugliesi in Europa, a causa dell'inerzia manifesta nei confronti degli effetti devastanti dell'attacco della "Xylella" agli ulivi - una vera e propria sciagura che ha messo in allarme in primis le cantine e i produttori vitivinicoli - è sempre più minacciosamente concreto.

ulivi sentiero
 

 

Dopo le denunce-esempio di grandi aziende come Tormaresca, quelle di tante piccole e medie realtà agro-produttive e la solidarietà di chi vede profilarsi all'orizzonte un pericolo ancora più letale, l'Assessore all'Agricoltura, Leo Di Gioia, prova a smorzare i toni pur rimanendo in ansiosa allerta: “L’apprezzamento da parte dell’Ue sull’avvio delle attività di contenimento della Xylella fastidiosa, attuato dal Commissario delegato Silletti, ci fa ben sperare circa la possibilità di una modifica della Decisione comunitaria 789 che contempla la vite suscettibile all’infezione batterica del fitopatogeno, nonostante un’evidenza scientifica che dimostra il contrario”.

 

Si è tenuta a Bruxelles la riunione del Comitato Fitosanitario, ove, con una relazione dettagliata delle attività realizzate dall’approvazione del Piano Silletti, il Ministero delle Politiche agricole ha illustrato i dati delle estirpazioni e dei monitoraggi effettuati sino ad oggi, nonché l’attività di risarcimento in favore di quei proprietari conduttori che eradicano gli alberi infetti, entro dieci giorni dalla notifica dell’ordinanza, come previsto dal Piano del Commissario delegato.

 

Di Gioia Leo GEL
 

“La relazione è stata accolta favorevolmente dagli Stati membri intervenuti, ma, ad oggi, l’approccio è di estrema prudenza”, fa sapere Di Gioia.

 

“Il Piano predisposto dal Comandante Silletti - ribadisce l’assessore - è adesso l’unico strumento che abbiamo per fermare l’avanzata del fitopatogeno. Se, come è emerso dalla riunione, dimostreremo di ottemperare a quanto previsto dal Piano e di avere sottocontrollo l’avanzata del batterio, riusciremo a far valere le nostre istanze in sede europea, a tutelare la nostra economia, scongiurando il rischio imminente di embargo dei nostri prodotti”.

 

L’Efsa, ovvero l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, il prossimo 20 novembre renderà nota la sua valutazione sul dossier inviato dalla Regione Puglia sulla vite, il quale esclude scientificamente la sua suscettibilità all’infezione batterica della Xylella sub speciepauca. “Sino a quel giorno – conclude l’assessore Di Gioia – si prosegua nella massima collaborazione ad attuare quanto previsto dal Piano che, ribadisco, è mera espressione di quanto ci impone l’Unione europea per fermare l’avanzata del batterio”.
 
(gelormini@affaritaliani.it)
 
------------------------------------
                               Xylella: solidarietà di Due Palme a Tormaresca
Iscriviti alla newsletter
Tags:
xylellaembargoeuropaazioneradicalesalentopugliasillettidi gioia
i blog di affari
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
"No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.