A- A+
Roma
25 aprile: Gualtieri suona Bella Ciao con la chitarra: “La canto e la suono”
Teatro Palladium Roma: Gualtieri suona alla chitarra

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha accompagnato con la chitarra il coro 'Bella Ciao' intonato nell'ambito della festa per il 25 aprile organizzata dal Comune alla Garbatella.

Il primo cittadino è salito sul palco del Teatro Palladium e il video della sua 'esibizione' è stato pubblicato sui social. A settembre, dopo la polemica per il rifiuto di Laura Pausini di cantare la canzone della Resistenza alla tv spagnola, Gualtieri aveva affermato: "Bella ciao è una canzone bellissima, di libertà, di giustizia. È una canzone patriottica. Io la canto e la suono"

 

Il post di Gualtieri su twitter

Una bellissima #FestadellaResistenza a #Garbatella con momenti di approfondimento e conoscenza, di cultura e arte. Il #25aprile è una data fondativa della nostra libertà e della nostra democrazia. Un onore suonare #bellaciao con Giovanna Marini, Sandra Cotronei e tutto il coro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
25 aprilebella ciaofesta liberazionegarbatellagualtierilaura pausiniteatro palladium






Tor Bella Monaca, incidente mortale: auto contro un monopattino, muore 19enne

Tor Bella Monaca, incidente mortale: auto contro un monopattino, muore 19enne


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.