A- A+
Roma
Addio a Piero Ravagli. La storia nelle sue immagini

Sulla bara la sua storica Leica, attorno i tanti amici e colleghi fotografi che hanno raccontato, come lui, le lotte operarie degli Anni '70 e '80, la politica e la cronaca romana.
Piero Ravagli, fotografo romano che ha cominciato ad armeggiare con la macchina fotografica molto presto, nel 1949, come ritoccatore all'Istituto Luce, è morto in ospedale in attesa di un intervento e i funerali sono stati celebrati in mattinata nella chiesa di Santa Maria Mediatrice, nel quartiere Prenestino-Labicano, a Roma.
Ha lavorato per le più importanti testate giornalistiche nazionali tra cui Il Messaggero, Paese Sera, L'Unità e collaborato con molte agenzie stampa tra cui l'Agi. Immortalando i principali cambiamenti sociali, politici e culturali del paese, ha raccolto un archivio di circa 800 mila immagini (tra negativo bianco e nero e a colori), che è stato riconosciuto dal ministero dei Beni e delle Attività culturali come patrimonio di notevole interesse storico-sociale. Una passione, la sua, che ha trasmesso anche ai figli, Marco e Stefano, entrambi fotografi.

Tags:
piero ravaglifotografo



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.