A- A+
Roma
Agenzia del Farmaco: Bucarest sfida Milano. Megafesta a Roma

di Massimiliano Martinelli

Agenzia Europea per i Medicinali, parte da Roma l'offensiva della Romania. Centinaia di addetti del settore farmaceutico, provenienti da tutta Europa, si preparano ad un esodo storico, pronti a fuggire da Londra a causa della Brexit. L'ambasciata romena prepara così, nella Capitale, la festa per ufficializzare la propria candidatura, tentando un sorpasso beffa su Milano.

 

Diciotto città europee sono in piena corsa per ospitare l'organismo internazionale, dal quale passa l'immissione in commercio, all'interno dell'Unione Europea, di ogni farmaco. Un ente che smuove un mercato ricchissimo e che produce, annualmente, circa 30mila presenze in albergo per la città ospitante. Un'opportunità unica, che fa gola a molti. Ultima ma non ultima la Romania, che prova l'offensiva a sorpresa presentando ufficialmente, presso l'ambasciata di via Nicolò Tartaglia, la sua candidatura. Bucarest sceglie così Roma per mostrarsi agli occhi della Commissione Europea, che dovrà scegliere un paese per la ricollocazione dell'Agenzia entro il 20 novembre. L'invito personale dell'Ambasciatore George Gabriel Bologan è così stato recapitato alle maggiori personalità, romane e non solo, per una festa in pompa magna. Un messaggio forte che arriva da un palcoscenico d'eccezione, con politici, imprenditori e giornalisti chiamati ad immergersi nel lusso di una location prestigiosa. Un vero e proprio gesto di sfida verso i “rivali” di Milano, che arriva dalla capitale d'Italia.

E se tutta l'Italia spinge per scelta nostrana, la Romania mostra i muscoli e presenta un dossier di candidatura. Per il paese aggiudicarsi l'Ema equivarrebbe infatti ad una piccola Olimpiade, e porta a suo favore una serie di considerazioni potenzialmente decisive. Sul tavolo della Commissione di Bruxelles è così arrivato il progetto della Gross Building Area (27mila mq), pronta entro la fine del 2017, affiancata da una nuovo Campus residenziale con 435 appartamenti, che ospiteranno le famiglie dello staff di Ema. Un vero e proprio asso nella manica di Bucarest, che vanta inoltre una posizione strategica verso l'Europa dell'Est, un aeroporto ben collegato e diverse scuole internazionali. La settima città più popolosa dell'Europa ha poi un costo della vita molto più basso rispetto alla media, e l'economia romena, spiega il dossier, possiede un punteggio migliore (65,60) rispetto a quello di paesi come l’Italia (61,20). Infine, la Romania è uno dei pochi paesi a non ospitare nessuna istituzione europea. Numeri e carte in regola per aggiudicarsi l'Agenzia europea dei medicinali, in vista della mega festa di Roma proprio sotto il naso di Milano.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
agenziafarmacoeuropabucarestmilanoromafestaambasciata



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.