A- A+
Roma
AltaRoma 2016 pronta al decollo ma senza la maison Curiel

di Tiziana Galli


AltaRoma prova a sperimentare. La Parola d’ordine è proprio “sperimentazione”, quella di un nuovo orientamento che sembra voler intraprendere con questo nuovo corso inaugurato già dalla scorsa edizione dal rinnovato Consiglio di Amministrazione. Un itinerario all’insegna della commistione tra ricco e povero, nuovo e vecchio, tradizione e modernità.
E’ un programma denso e variegato quello studiato per questo luglio 2016, interamente dedicato alla creazione di inattese sinergie e alla valorizzazione del territorio. E’ uscito il calendario parziale e provvisorio che anticipa gli appuntamenti e definisce la mission dell’edizione stessa: tante le novità e le new entry. Si conferma l’Ex dogana come quartier generale della manifestazione e da questo cuore pulsante si dipaneranno svariate arterie metropolitane che attraverso eventi e presentazioni sveleranno la città sotto aspetti e punti di vista poco noti. Luoghi dimenticati e trascurati riprenderanno vita grazie alle energie di cinque designer provenienti dalle passate edizioni di “Who Is On Next?”, il progetto di scouting ideato da Altaroma e Vogue Italia, e così i brand De Couture, Giancarlo Petriglia e San Andrès Milano saranno ospitati negli spazi dell’ITIS Galileo Galilei, mentre Marianna Cimini e Caterina Zangrando saranno presenti presso l’Auditorium di Mecenate, con le loro collezioni SS 2017.
Nei giorni che andranno dal 9 all’11 Luglio, gli invitati e tutti coloro che ne faranno richiesta potranno cogliere l’opportunità di conoscere il contesto territoriale in cui si inserisce l’Ex Dogana, attraverso brevi tour guidati che toccheranno sei luoghi segreti dell’Esquilino, ognuno dei quali  corrispondente ad una diversa epoca storica e tutti raramente aperti al pubblico: Tempio di Minerva Medica - Via Giovanni Giolitti, Porta Tiburtina - Viale di Porta Tiburtina 18, Villa Gentili Dominici - Piazzale Sisto V, Sepolcro di Eurisace - Piazzale di Porta Maggiore, Basilica Neopitagorica di Porta Maggiore - Piazzale Labicano, Porta Maggiore - Piazza di Porta Maggiore.
Sempre nell’ottica del raggiungimento di un nuovo respiro internazionale AltaRoma, in collaborazione con ANJE (l’Associazione Nazionale Giovani Imprenditori), presenterà una sfilata collettiva di giovani designer portoghesi. Un occhio particolare alla formazione dei giovani talenti verrà confermata attraverso l’opportunità offerta alle Accademie di sfilare e mostrare il proprio lavoro, mentre il progetto “Portfolio Review” rivolto a chi inizia ad affacciarsi al fashion system da diverse angolature, dedicherà una giornata agli studenti delle scuole di moda e ai creativi emergenti sotto la soglia dei quarant’anni, perché possano mostrare il loro lavoro a Sara Maino, Senior Editor di Vogue Italia e Head of Vogue Talents, Simonetta Gianfelici, Fashion Expert e Talent Scout, Rosario Morabito, freelance fashion journalist and content editor, Elisa Pervinca Bellini, giornalista di Vogue.it e Vogue Talents.
Si conferma, ovviamente, l'appuntamento annuale con le promesse della moda estratte dal magico cilindro del concorso "Who is in next?" alla sua dodicesima edizione per il quale sono stati selezionati dodici finalisti. Per la categoria abbigliamento, presenteranno le collezioni SS 2017: Brognano, Edithmarcel, Melampo Milano,Miahatami, Parden’s, Per l’area accessori e gioielli esporranno: Akhal Tekè, Azzurra Gronchi, Damico Milano, Ioanna Solea, Lodovico Zordanazzo, Pugnetti Parma e Schield.
Se il calendario di AltaRoma, per praticità organizzativa, è stato diviso nelle tre macro sezioni “In Town”, “Fashion Hub” e “Atelier”, sarà proprio quest’ultima sezione a contenere le tanto attese sfilate che definiranno le tendenze dell’Alta Moda dei mesi a venire. Grande assente la Maison “Curiel”, che ha ormai ceduto parte del proprio marchio al magnate cinese Yizheng Zhao in una prospettiva di maggiore crescita ed internazionalizzazione, mentre rimane unico ed incontrastato testimone della vera Haute Couture il brand “Balestra”.
Debutta per la prima volta a Roma Hussein Bazaza, vincitore del concorso “Who is on next?” indetto a Dubai nell’ottobre 2015 e confermano la loro presenza Rani Zakhem, Esme Vie, Angelos Bratis, Arnoldo Battois. Torna a Roma, con una collezione ispirata al visionario artista rinascimentale Hieronymus Bosch, Addy Van De Krommenacker, mentre per una maggiore comprensione delle ferree regole della couture, nella Galleria del Cembalo, all’interno di Palazzo Borghese, verrà presentato il progetto in 3D “The Secret of Couture” dove verranno trasmessi i saperi che tutelano il Made in Italy. Inoltre, per sottolineare ulteriormente l’importanza imprescindible delle tecniche della couture, Altaroma, in collaborazione con il Polo Museale del Lazio, presenterà presso il Museo Boncompagni Ludovisi il progetto “Artigiani del futuro: Tecniche di Couture”. Tanti i siti cittadini che vedranno le strade della capitale fare da sfondo agli appuntamenti modaioli mentre le vie dello shopping proporranno nuovi allestimenti e premiazioni.

Tags:
altaroma 2016tziana gallicurielmodaex dogana



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green Pass, onore a Natura Sì: prima azienda che paga i tamponi ai lavoratori
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Tribunale di Lecce annulla cartella da 130.000 mila euro
Ginevra, un melting pot newyorchese nella piccola Svizzera
di Leone Ronchetti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.