A- A+
Roma
Annuncia la laurea e si spara, suicidio shock. Si fingeva studente in legge

Annuncia la laurea e poi si spara, suicidio shock di un ragazzo 27enne. Figlio di avvocato si fingeva studente in giurisprudenza, l'università si trasforma in tragedia.

 

Ad attenderlo probabilmente familiari ed amici, forse anche quella fatidica corona di alloro. Finisce nel sangue la vicenda di un ragazzo di 27 anni, suicidatosi all'alba nella propria camera a Chieti. A scoprire la tragedia è stato il papà, che ha trovato il ragazzo sul letto in una pozza di sangue. Disperato il tentativo di aiuto, ma non c’era più nulla da fare. Il giovane, figlio di un noto avvocato, l'indomani avrebbe dovuto discutere la tesi di laurea in Giurisprudenza a Roma. Dall'università però assicurano: nell'ateneo non erano in programma sedute di laurea. Si rincorrono quindi le possibili cause di un gesto, figlio forse di un percorso di studi mai realmente realizzato. Ipotesi, che però non possono non attraversare la mente di una famiglia consumata da una tragedia

Forse troppa la paura di deludere qualcuno, forse anche se stesso. Troppa per “confessare” quella bugia apparentemente innocente, che non doveva danneggiare nessuno. Dietro un dramma familiare il racconto di un'anima fragile, incapace di mostrare ed ammettere se stesso. Un ragazzo pronto a sacrificarsi pur di nascondere un presunto fallimento, troppo grande e troppo doloroso da accettare. Ora, ad attenderlo, restano le lacrime di una famiglia di strutta, e quella maledetta corona d'alloro.

 

Tags:
laureasuicidioshockstudenteuniversitàromachietigiurisprudenza



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.