A- A+
Roma
Ascensore impazzito ferisce un magistrato: ennesimo guasto in Piazzale Clodio

Ascensore impazzito catapulta un magistrato a folle velocità all'ultimo piano. Attimi di paura nel palazzo A di Piazzale Clodio, per l'ennesimo guasto ad un ascensore nei tribunali di Roma.

 

Lo sfortunato episodio non è infatti il primo del suo genere, ed ora a farne le spese è un pubblico ufficiale finito al Gemelli per fratture multiple. A denunciare l'incidente è l'Anm, associazione nazionale magistrati, di Roma e del Lazio, che si stringe così attorno alla vittima: "Desideriamo esprimere, a nome di tutti i magistrati del Tribunale di Roma e del Distretto – si legge in una nota - il nostro affetto e la nostra vicinanza ad una collega ed amica che da sempre costituisce un esempio per tutti noi, sia dal punto di vista lavorativo che dal punto di vista umano e che è nel cuore di chiunque frequenti le aule dei Tribunali. Quanto accaduto non è purtroppo che l'ultimo e più grave episodio di malfunzionamento degli ascensori, problema che da anni affligge la cittadella giudiziaria e sembra irrisolvibile".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ascensoreferitomagistratofrattureguastopiazzale clodiotribunaleroma



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.