A- A+
Roma
Atac e Comune di Roma, la grande mazzata: devono 29 mln alla Cotral di Rocca
Abbonamento Atac

Dopo anni di attesa, arriva la sentenza: per la divisione degli incassi dai titoli di viaggio Metrebus, la Corte di Appello di Roma ha decretato con sentenza con la restituzione di 29 milioni di euro di incassi che Atac e Comune devono alla società regionali dei trasporti. Una mazzata senza precedenti.

Per il Campidoglio, che immette liquidità nella scassatissima azienda dei trasporti di Roma, è un duro colpo. Un fendente che colpisce Atac da poco uscita dal concordato lacrime e sangue con decisione del 20 novembre 2023 e che ora dovrà trovare 29 milioni di euro da restituire alla società controllata da Regione Lazio.

A rendere nota la sentenza sono Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher LLP Studio Legale con il partner Stanislao Chimenti, coadiuvato dal counsel Carmen Pollifrone, dall’associate Francesca Renzi, ha assistito Cotral nella fase giudiziale che l’ha vista contrapposta a Roma Capitale e Atac dinanzi alla Corte di Appello di Roma.

Le motivazioni della sentenza

Scrivono in una nota gli studi che hanno assistito la Cotral: “Il giudizio innanzi alla Corte di Appello di Roma promosso da Cotral nei confronti di Roma Capitale e Atac si è concluso favorevolmente per Cotral con il riconoscimento del credito (circa 29 milioni di euro) vantato da Cotral a titolo di rimborso per il minore introito determinato dal rilascio di speciali agevolazioni tariffarie riconosciute a particolari categorie sociali per effetto di alcune delibere della Giunta Comunale di Roma”.

Il nodo delle agevolazioni e i mancati introiti di Cotral

Dunque, le decisioni del Comune di Roma di aprire alle agevolazioni per studenti, anziani e altre categoria protette non poteva avere effetto su un'altra società legata la sistema Metrebus per la gestione dei titoli di viaggio, riducendo di fatto gli incassi da bigliettazione.

Chi paga il conto salatissimo?

E se il Comune di Roma piange, Regione Lazio sorride: sta per arrivare nelle casse della controllata Cotral un fiume di denaro. Resta da stabilire chi pagherà il conto: il Comune di Roma che ha deliberato le agevolazioni o l'Atac che ha ridotto d'ufficio gli incassi del Cotral agendo in virtù delle direttive impartite dall'azionista unico Comune. Un bel rebus.







Via dell'Umiltà, 36: una volta Forza Italia, ora un hotel e si mangia pesce

Via dell'Umiltà, 36: una volta Forza Italia, ora un hotel e si mangia pesce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.