A- A+
Roma
Bengalese pestato a sangue, resta il carcere l'aggressore 19enne

È stato convalidato il fermo per A.M., il 19enne che la notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre a piazza Cairoli ha picchiato a sangue e insultato un cameriere bengalese. La decisione è stata presa del gip Elvira Tamburelli al termine dell'interrogatorio di garanzia dell'indagato, tenutosi nel carcere di Rebibbia.

 

Il giovane, che ha preso parte all'aggressione insieme ad altri 4 ragazzi al momento indagati, si è avvalso della facoltà di non rispondere.
La vittima, che ha ripreso coscienza nonostante i calci e le botte alla testa, ha raccontato di essere stato difeso dalle ragazze del gruppo, che chiedevano ai propri amici di smetterla di infierire sul giovane straniero 27enne. Alla base dell'aggressione ci sarebbe l'odio razziale.

Nella mattina di martedì 31 ottobre l'uomo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per la riduzione delle fratture delle arcate orbitarie e quelle del massiccio maxillofacciale. Le sue condizioni sono discrete, anche se l'uomo appare molto spaventato anche a causa della sua limitata conoscenza dell'italiano, che non gli permettono di dialogare con l'equipe medica per chiedere delle proprie condizioni. Sono stati molti i messaggi di vicinanza arrivati per lui dalle istituzioni, Regione Lazio e Comune di Roma.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bengalesecameriereaggressionepestatopicchiato19enneromanoarresto rebibbiacarcereodio razzialerazzismoneo-fascismo



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro
Quando artisti e comunicatori uniti diventano Ambasciatori di Pace
CasaebottegaJalisse
Covid, nuovi varianti in vista: l'emergenza virale è normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.