A- A+
Roma
Bomba clima nei licei di Roma: i presidi dichiarano l'eco emergenza per Greta

di Federico Bosi

Esplode la bomba clima dentro i licei di Roma: dichiarato lo “stato di emergenza climatica ed ecologica” nel nome di Greta Thunberg. Nasce la “Rete”, l'agglomerato di istituti che dichiarano apertamente come green. A trainarla c'è la preside ambientalista dell'Orazio.

 

Studenti salvatori del pianeta del nome di Greta. È questo il grido lanciato dai licei romani: unire tutti le forze per per insegnare ai grandi di domani cosa fare per non distruggere la Terra. A tirare le file di questo movimento c'è Maria Grazia Lancellotti, preside del liceo ginnasio statale Orazio di Talenti, dichiarata ambientalista e antifascista.

Preside Lancellotti, per quale motivo ha dichiarato lo stato di emergenza climatica e ecologica nel suo istituto?

“L'emergenza non riguarda solo il liceo Orazio ma sono già stati tanti gli istituti che che hanno aderito a questa iniziativa e ci stiamo allargando. Crediamo che questa emergenza mondiale sia anche emergenza educativa e noi presidi, in quanto rappresentanti degli istituti, non possiamo sottrarci ai questo impegno. Insieme al liceo Socrate abbiamo creato questa 'Rete' di istituti perché non si agisce nella solitudine. Lavorando insieme ad altri docenti, presidi e studenti creeremo quella che sarà una linea guida per tutti gli istituti, una vera e propria bussola. Vogliamo fare formazione in materia di educazione ambientale sia agli studenti che ai docenti stessi”.

Quali sono le scuole che hanno aderito a questa “Rete”?

Il mio Orazio ed il Socrate sono le scuole capofila. Con noi ci sono Mamiani, Gassman, Pascal, Plauto, Cicerone, Morgagni, Ruiz, Giorgi Woolf, Ripetta, Margherita di Savoia, Montale, Russel, Leonardo da Vinci, Tor Carbone e Peano”.

Tutte questi istituti hanno dichiarato lo stato di emrgenza?

“Tutti lo hanno già fatto o lo stanno per fare. È la conditio sine qua non per far parte della 'Rete'”.

Quali sono stati gli ordini del Ministero dell'Istruzione e del Comune di Roma sul tema emergenza climatica?

“Il nuovo ministro Fioramonti mi sembra che ha preso una posizione molto forte in materia ambientale. La nostra rete di istituti si era mossa un filino prima del ministero perché da sempre siamo in linea con questo atteggiamento. Questo è un problema mondiale. Il Ministero sta proponendo progetti, sta divulgando delle linee guida da seguire, ma tutto in tempo molto recenti. Non è fa tempo che ci stiamo lavorando. Anche dal Comune ultimamente ci sono arrivate proposte su progetti sulla sostenibilità, tipo rastrelliere per le biciclette o cose similari. Niente di realmente rivoluzionario”.

Non le sembra che questa vostra mobilitazione stia bypassando le autorità superiori?

“No, noi come capofila di questa 'Rete' che si sta costruendo abbiamo scritto al ministero che ci ha dato l'ok per andare avanti e si reso disponibile a lavorare in sinergia con noi. Lavorare tutti insieme fa aumentare la nostra forza”.

Schierando le scuole così apertamente a favore dell'emergenza clima non pensate di esporre i vostri studenti ad eventuali “scontri” con chi la pensa diversamente?

“Io non riesco a capire come possa esistere gente che la pensa in maniera differente. Se non cambiamo tutti atteggiamento metteremo ancora di più a repentaglio il nostro pianeta. Non penso di esporre gli studenti perché la cosa, prima di essere stata ufficializzata, è passata attraverso il consiglio studenti prima e d'istituto poi. Tutti sono d'accordo. Non posso negare che però gente che non la pensa come noi esiste. Io per esempio ho già ricevuto una lettera anonima piena di parolacce”.

Domani, 27 settembre, ci sarà la manifestazione, la Friday for Future. Cosa farà il suo liceo? Andrà a manifestare in massa?

“I ragazzi andranno e con loro ci saranno anche i professori. Gli studenti che invece non se la sentiranno di manifestare parteciperanno in maniera emotiva da casa. Anche quello è importante”.

Anche lei andrà alla manifestazione?

“La mia intenzione è quella di andare. Per me questa manifestazione è fondamentale”.

Commenti
    Tags:
    bomba climaliceo romaliceo oraziolicei romaclimaemergenza climamanifestazione climaemergenza ambientegretagreta thunberg




    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Parioli, regista adescava baby aspiranti attrici e le violentava: 8 le vittime

    Parioli, regista adescava baby aspiranti attrici e le violentava: 8 le vittime

    i più visti
    i blog di affari
    Scuola, "Mia figlia si è fatta male, posso chiedere i danni all'istituto?"
    di Dott. Francesca Albi *
    Migranti, "porti aperti" dicono i nuovi schiavisti supportati dalla sinistra
    Di Diego Fusaro
    La comunicazione politica influenzata dal populismo degli elettori
    Daniele Salvaggio, Imprese di Talento

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.