A- A+
Roma
Brasiliana uccisa nel sottopasso di Porta Pia: fermato un clochard italiano

Proseguono le indagini sull'omicidio di Norma Moreira da Silva, la senzatetto trovata morta lunedì 13 novembre in un sottopasso di Porta Pia. A tre giorni dall'omicidio, ecco una possibile svolta nel caso: iscritto nel registro degli indagati Aldobrando Papi, un clochard italiano di 55 anni.

 

 

L'uomo, fermato nelle prime ore del pomeriggio di venerdì, è stato ascoltato dai magistrati, ed è ora accusato di omicidio volontario. Agli inquirenti l'indagato ha ammesso di aver aggredito la donna, negando però di averla uccisa. La 49enne, al culmine della lite, sarebbe infatti stata colpita da uno schiaffo, battendo la testa nella caduta. Una versione che stride con i primi verdetti dell'autopsia, secondo la quale la donna sarebbe morta a causa di diversi colpi alla testa sferrati con un corpo contundente. Sul cranio sarebbero stati riscontrati i traumi più gravi, con ferite lievi sul resto del corpo. Bisognerà invece attendere l'esito di ulteriori accertamenti per stabilire se la donna, trovata nuda, abbia subito anche una violenza sessuale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
omicidiosottopassosenzatettoporta piaclochardcolpo alla testaindagatoassassinoindagini



Scuola, Pratelli: "Asilo nido gratis se Isee sotto ai 25mila euro"

Scuola, Pratelli: "Asilo nido gratis se Isee sotto ai 25mila euro"

i più visti
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.