A- A+
Roma
Brexit, “Ue come Auschwitz”, il dietrofront di Marione: modificata la vignetta
Advertisement

L'Unione Europea come il campo di concentramento di Auschwitz e la Gran Bretagna come un piccolo deportato che fugge. Dopo al bufera sulla vignetta sulla Brexit firmata da Mario Improta, noto come Marione, che ha scatenato le critiche, partite dal Pd romano al quale si è poi aggiunta la sindaca Virginia Raggi, il dietrofront: fumetto modificato.

 

La polemica ha costretto Marione ha modificare la vignetta, abbandonando l'idea azzardata dell'Ue lager per ripiegare su una similitudine che accomuna l'Unione Europea ad una latrina. L'Uk resta un bimbo in fuga ma non più con la divisa a righe dei deportati ma con un più sobrio pantalone e maglietta con scritta Brexit.

Il sindaco Raggi, che della matita di Improta si è servito per il fumetto civico del Campidoglio distribuito nelle scuole romane, aveva preso le distanze dalla vignetta: “Quella vignetta non ha nulla a che vedere con l'amministrazione ma ci tengo a dire che non rappresenta il mio pensiero e contrasta con la mia sensibilità su temi che mi hanno sempre vista impegnata in prima persona. Bisogna fare molta attenzione quando si toccano tematiche come i campi di sterminio e le persecuzioni naziste», dichiara la sindaca.

E così Marione, dopo aver sostituito il lager con la latrina e, dopo avere ripubblicato il fumetto rivisto e corretto, fa mea culpa: “Non era corretto paragonare l'Unione Europea ad Auschwitz”.

Ma le scuse non sembrano placare la polemica. C'è chi, come il deputato del Pd Filippo Sensi, chiede che venga subito interrotto il rapporto tra il Campidoglio e Improta. “No, non mi basta per niente la presa di distanza di Virginia Raggi sulla vignetta di Marione. Mi sa di pesce in barile. La sindaca gli ha affidato la cura di suo materiale di propaganda, volantinato a pacchi nei licei romani. Chieda scusa, risolva questa collaborazione. Subito”, scrive Sensi in un tweet allegando foto della tournèe di Virginia Raggi nelle scuole con Marione.

Vignetta "Ue come Auschwitz": Raggi revoca incarico a Marione

Il sindaco Roma Virginia Raggi, secondo quanto si apprende, ha sentito telefonicamente il disegnatore Mario Improta, detto Marione, e gli ha chiesto di interrompere immediatamente la collaborazione a titolo gratuito con Roma Capitale.

Loading...
Commenti
    Tags:
    ue come auschwitzueunione europeaauschwitzmario improtamarionevignetta marione auschwitzbrexit
    Loading...







    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Elezioni Roma, furia albergatori: “Salvini, Raggi e Calenda? Servono i fatti”

    Elezioni Roma, furia albergatori: “Salvini, Raggi e Calenda? Servono i fatti”

    i più visti
    i blog di affari
    Interruzione di gravidanza delle donne straniere, la cecità della sinistra
    di Massimo Puricelli
    Tutta la differenza tra Leadership e Populismo nella gestione di Johnson
    di Bepi Pezzulli
    "LUNAR CITY" della regista Alessandra Bonavina nelle sale cinematografiche
    di Paolo Brambilla - Trendiest

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.