A- A+
Roma
Brizzi, carriera distrutta. Ora chiederà i danni a chi l'ha denunciato

Fausto Brizzi non è Harvey Weinstein: il regista sarebbe pronto a chiedere il risarcimento dei danni alle tre ragazze che l’hanno denunciato per violenza sessuale.

 

Il 31 luglio la procura di Roma ha chiesto l’archiviazione per le accuse rivolte al cineasta romano riguardanti tre presunti episodi avvenuti nel 2014, 2015 e 2017 perché “il fatto non sussiste”. Due delle tre denunce sono arrivate oltre i termini di legge (in Italia la denuncia per violenza deve essere presentata entro sei mesi dal fatto) per l’altro non si sarebbero riscontrati profili di natura penale.

Brizzi era finito alla gogna mediatica dopo l’inchiesta delle Iene di Diano Giarrusso, che lo accusava di aver costretto attrici e aspiranti tali a rapporti sessuali durante i provini per ottenere delle parti, sulla scia dello scandalo hollywoodiano che ha visto come protagonista il produttore americano Harvey Weinstein.

Ora però l’autore di “Notte Prima degli Esami” reclama a gran voce delle scuse pubbliche e starebbe valutando una richiesta di risarcimento danni basata su alcuni messaggi di una delle presunte vittime, poco coerenti rispetto alle accuse di violenza. “Che bella sensazione ho avuto” scrive la donna al regista dopo uno degli incontri sotto i riflettori della giustizia. Questo e altri elementi verranno utilizzati da Brizzi per avviare il procedimento al tribunale civile.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fausto brizzicinemaromafilmdenunciaviolenza sessualeabusiarchiviazioneprocura



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.