A- A+
Roma
Capolarato, oppio per resistere al lavoro nei campi: scoperti 5 braccianti

Braccianti dell'agro pontino imbottiti di oppio. Scoperti migranti, la maggior parte indiani e regolari, che facevano uso di infusi di papaveri essiccati contro la fatica dei campi.

 

Gli agenti della questura di Latina hanno fatto l'insolita scoperta in alcune case rurali a Borgo Le Ferriere, abitate da diversi indiani. Dentro gli immobili hanno identificato cinque indiani di etnia sikh, con permesso di soggiorno, che hanno dichiarato di svolgere l’attività di braccianti agricoli in diverse aziende della zona. In una camera gli agenti hanno trovato alcune buste contenenti bulbi di papavero essiccati, le stesse infiorescenze da cui viene estratta l’eroina. I narcotest condotti dalla polizia scientifica hanno rilevato la presenza del principio attivo dei derivati dell’oppio: gli indiani usavano il papavero essiccato per la preparazione di infusi e bevande che assumevano prima e durante i pesanti turni di lavoro nei campi, per vincere la fatica e il senso di spossamento. I migranti, regolari, avevano un contratto di lavoro, ma la polizia sta conducendo accertamenti per verificare se fosse effettivamente rispettato e sulla presenza di fenomeni di caporalato.

A Pontinia, invece gli agenti hanno trovato un vero e proprio ghetto: piccoli caseggiati a ridosso di alcune grandi serre per la produzione di ortaggi esotici dove erano accampati in pessime condizioni igienico-sanitarie, una decina di cittadini indiani, quattro dei quali clandestini, due sono stati espulsi. Per la questura di tratta di un vero e proprio centro di snodo per i migranti clandestini e non impiegati nei campi della zona. E anche su questo caso sono in corso le indagini.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
capolaratobracciantiindianilatinaroma



Pandemia, da febbraio a Roma via libera al vaccino Novavax “per gli scettici”

Pandemia, da febbraio a Roma via libera al vaccino Novavax “per gli scettici”

i più visti
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.