A- A+
Roma
Casapound non si sgombera. Tria risponde alla Raggi: “Non è una priorità”

Casapound non si sgombera. Il ministro Tria risponde alla lettera del sindaco Raggi, in cui chiedeva l'autorizzazione a procedere, salvando di fatto il palazzo di via Napoleone III: "Non è una priorità".

 

L'immobile, occupato abusivamente da diversi anni, non sarebbe a rischio crolli, né presenterebbe particolari problemi di tipo igienici. Con questa motivazione il Mef ha respinto la richiesta, accolta con gioia da Mauro Antonini, rappresentate per il Lazio di Casapound e autore di una recente protesta in Campidoglio proprio su questo tema: "Una batosta per giunta Raggi - scrive Antonini su Facebook - visto che era la proprietà di questa discutibile amministrazione”.

Il ministero dell'Economia e delle Finanze e l'Agenzia del Demanio precisano di avere svolto l'istruttoria e tutti gli adempimenti necessari a rientrare in possesso dell'immobile sito in Via Napoleone III occupato da CasaPound. Mef e Demanio ribadiscono nel contempo che "a questo punto l'effettuazione dello sgombero dovra' essere valutata dal prefetto di Roma, che non lo ritiene prioritario in forza dei criteri stabiliti ad hoc". (AGI) Mau

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    casapoundsgomberotriamefraggicampidoglioroma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Italia 2^ in UE per abbandono universitario
    Massimo De Donno
    Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.