A- A+
Roma
Caso Cucchi, nuovo indagato per favoreggiamento: è un colonnello dell'Arma

Nuovo nome nella lista degli indagati nel caso Cucchi: è il colonnello Lorenzo Sabatino, ex comandante del Reparto operativo di Roma e attualmente comandante provinciale a Messina. L'accusa è quella di favoreggiamento.

 

Tra i carabinieri indagati dalla procura di Roma nell'ambito del nuovo filone di inchiesta sui falsi e sui depistaggi legati alle condizioni di salute di Stefano Cucchi, il 32enne geometra arrestato la notte tra il 15 e il 16 ottobre del 2009 per droga e deceduto sei giorni dopo all'ospedale Sandro Pertini, c'è anche quello di Sabatino.

Del colonnello ha parlato giovedì davanti alla corte d'assise nel processo-bis a cinque militari dell'Arma, di cui tre accusati di omicidio preterintenzionale, il maggiore Pantaleone Grimaldi, sentito come persona informata sui fatti in relazione al nome di Cucchi “sbianchettato” dal registro del fotosegnalamento al momento del suo arresto. Grimaldi ha raccontato in aula che nel novembre del 2015, quando la nuova inchiesta della procura aveva preso il via, fu una telefonata di Sabatino (incaricato di raccogliere tutta la documentazione possibile sulla vicenda custodita dall'Arma) ad annunciargli l'arrivo alla Compagnia Casilina del capitano Tiziano Testarmata per fare copia della documentazione su Cucchi ancora conservata in un armadio chiuso a chiave. "Capii subito che eravamo di fronte a una irregolarità, peraltro sanzionabile anche con un provvedimento disciplinare - ha detto Grimaldi in corte d'assise - quando scoprimmo sul registro del fotosegnalamento che il nome di Cucchi era stato 'sbianchettato' e sostituito con quello dell'arrestato successivo. Perciò dissi al capitano Testarmata che quel documento doveva essere sequestrato. Lo invitai a portare con sé il registro in originale, perché era palese che dovesse essere analizzato con maggiore attenzione. La cancellazione del nominativo, oltre ad essere irrituale, era fortemente sospetta".

Ma Testarmata, che si era allontanato per fare una telefonata, tornò dicendo che l'ordine superiore era quello di limitarsi a "fare una copia conforme, senza prendere l'originale. Io riposi la mia fiducia nel capitano e decisi di non insistere piu'", ha concluso Grimaldi. Per questa vicenda Testarmata è finito sotto inchiesta, come del resto Sabatino che, interrogato due giorni fa in procura, ha respinto le accuse.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    caso cucchistefano cucchiindagatofavoreggiamentocolonnellocarabinieri



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
    SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
    Boschiero Cinzia
    Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.