A- A+
Roma
Caso Siri, Salvini punge l’M5S: “Raggi indagata da anni, ed è ancora lì”

Matteo Salvini incassa il colpo sul caso Siri, passo indietro sul sottosegretario ma il leader della Lega non risparmia stoccate agli alleati di Governo: "La Raggi indagata da anni, ed è ancora al suo posto".

 

Un passo indietro e un colpo all'alleato. Matteo Salvini non si tira indietro e lancia l'ennesima provocazione rtivolta al sindaco M5S di Roma, in merito al "caso" Siri che ha visto la revoca del sottosegretario: "La Raggi è indagata da anni ed è al suo posto. Se ci sono colpe di serie A e colpe di serie B, presunti colpevoli di serie A e di serie B.... a casa mia se uno vale uno, inchiesta vale inchiesta - ha dichiarato Salvini -Noi abbiamo nessun problema, la questione morale riguarda altri. Mi dispiace che qualcuno si stia sporcando la bocca su Attilio Fontana", ha poi aggiunto.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    caso sirisirilegarevoca sirim5ssalvinidi maioraggiindaginecorruzionecampidoglioroma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
    Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.