A- A+
Roma
Chef in fila per acquistare cocaina. Ad un agente in borghese: “I soliti 50”
Advertisement

Chef e cuochi in fila per acquistare cocaina prima e dopo il servizio in importanti ristoranti di Ostia e del litorale di Roma, denunciati come assuntori alla Prefettura. E scoperta la base di spaccio all'interno di un appartamento occupato del Comune di Roma, ancora assegnato ad un donna deceduta da poco tempo.

Dopo un’articolata attività di indagine da parte degli agenti della Polizia di Stato del X Distretto Lido di Roma, diretto da Antonino Mendolia, sono finiti in manette un uomo P.C. 29 enne ed una donna F.M. di 20 anni entrambi italiani, denunciati per favoreggiamento due uomini rispettivamente di 35 e 26 anni e segnalati per uso personale di sostanza stupefacente 5 clienti. I poliziotti oltre a sequestrare l’immobile, perché ritenuto direttamente funzionale all’attività di spaccio, hanno sequestrato circa 700 euro in contanti in banconote di piccolo taglio e circa 30 grammi tra cocaina ed hashish.

Indagine che ha avuto origine attraverso una rete di informazioni che indicavano in via Aristide Carabelli, all’interno di un appartamento occupato abusivamente,  la presenza di persone che, agevolate dal cospetto di una grata in ferro appositamente costruita davanti al portone d’ingresso, cedevano quotidianamente stupefacente ad un’accurata e selezionata clientela.

Le prime attività di osservazione hanno rilevato che tra i clienti c’erano diversi uomini con abbigliamento da lavoro tipico del settore della ristorazione. In particolare gli agenti hanno riscontrato che tra di loro vi erano alcuni importanti chef del litorale laziale che, indossando ancora gli abiti usati "in servizio", ed in particolare i pantaloni a scacchi grigi si recavano prima e dopo l’orario di apertura e chiusura per acquistare la droga ed in alcune occasioni consumata all’interno della casa.

Riscontri avuti anche quando molti degli acquirenti, poco dopo la cessione, venivano controllati e sanzionati per il possesso della sostanza stupefacente per uso personale prima di raggiungere il ristorante dove lavoravano. Con una  minuziosa ricostruzione di tutta la “filiera” dello spaccio, gli investigatori di Ostia hanno ricostruito, osservato e documentato tutta l’attività delittuosa, individuando nel contempo la base di spaccio fino a far scattare  il blitz .

Durante l’acceso nello stabile, i pusher, hanno tentato di nascondere la droga all’interno dell’abitazione di un vicino. L’attività era talmente avviata e ramificata che anche durante la perquisizione continuavano a presentarsi clienti di quello che era un vero e proprio supermarket della cocaina.

Un’abituale cliente si è presentato alla porta ed ad un incredulo agente in borghese ha consegnato una banconota dicendo” A giovino’ il solito 50 euro…”. Per i due arrestati, giudicati con il rito della direttissima, è stato convalidato l’arresto .

Commenti
    Tags:
    chefdrogaoperazione masterchefcocaina cuochiostiaristoranti litoraleappartamento occupatospaccio droga


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Sondaggi disastro per il Pd: sorpasso della Meloni. Fdi ora punta la Lega
    Battiato, Salvini oggi dice “grande Maestro”. Ma lo definì “piccolo uomo"
    Le 3 date per l'addio al coprifuoco: ecco il piano di Draghi

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.