A- A+
Roma
Cinghiali invadono Roma, il Municipio XV M5S tuona: “Comune e Regione assenti”

Roma invasa dai cinghiali, il presidente del Municipio XV M5S Simonelli tuona: “Emergenza da dieci anni, Campidoglio e Regione Lazio trovino subito un accordo con gli enti competenti”.

 

“L'emergenza cinghiali a Roma dura da dieci anni ma è vero che, non essendoci un contenimento, c'è stato un aumento di questi animali che incide specialmente sulle zone periferiche. Al momento come Municipio non possiamo fare niente se non premere perché gli Enti competenti, Regione Comune e Città metropolitana, arrivino ad un accordo. Sto parlando del famoso Protocollo d'intesa e operativo che stabilisce chi deve fare cosa nell'ambito urbano e che al momento si è arenato”. Lo dice all'Adnkronos Stefano Simonelli, presidente Cinque Stelle del Municipio XV, intervenendo sull'emergenza cinghiali, all'indomani dell'ennesimo incidente sulla Cassia provocato da un ungulato e davanti alle proteste dei cittadini che lamentano continui rischi per la loro incolumità.

Sui cinghiali da anni va in scena un rimpallo sulle competenze tra Regione-Comune e città metropolitana. Tre anni fa, proprio su sollecitazione del Municipio XV, è partito un tavolo, coordinato dalla Prefettura, e si è arrivati ad un testo condiviso. “Sono stato a

tutte le riunioni in Prefettura - racconta Simonelli -. Si erano stabilite delle linee guida, risolvendo così il problema atavico del 'chi deve fare cosa'. Ogni singolo intervento poi avrebbe avuto un approfondimento zona per zona, una cosa è un cinghiale in un parco, un'altra in una zona stradale. Qualche mese fa il testo è stato approvato dalla Giunta regionale, poi tutto si è arenato. Roma capitale e città metropolitana hanno chiesto delle modifiche sull'utilizzo dei previsti potenti sedativi, troppo impattanti sui cinghiali, che non avrebbero permesso di rimettere l'animale in produzione, o di riutilizzare la carne o di reinserirlo in altri ambienti”.

Ora sembrerebbe che si sia arrivati ad un passo dall'accordo. ''Pochissimi giorni fa ho affrontato - continua il presidente del Municipio XV - la questione a livello capitolino dove mi è stato assicurato che l'interlocuzione è in corso e si sta arrivando ad un accordo con la Regione. Io però finche non vedo, non credo. Non vorrei che tre anni di lavoro andassero in fumo. Sono testardo, starò addosso a tutti quanti affinché ci diano la possibilità di intervenire. Anche perché il Protocollo è l'inizio, non la conclusione, di un percorso operativo. Siamo stati tanto tempo a discutere al tavolo, ora cerchiamo di agire visto che ormai gli ungulati sul territorio sono una presenza davvero importante”.

Commenti
    Tags:
    cinghialicinghiali romainvasioneinvasione cinghialimunicipio xvregione laziocomune romam5sraggizingaretti




    Loading...



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Effetto Raggi bis sull'M5S: a Roma è spaccato, in provincia come Forza Italia

    Effetto Raggi bis sull'M5S: a Roma è spaccato, in provincia come Forza Italia

    i più visti
    i blog di affari
    Giampaolo Giorgio Berni Ferretti presenta il suo libro MILANOVENTUNOPUNTOZERO
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Covid, serietà? Non è la prerogativa che più si può predicare degli italiani
    Carlo Curti Gialdino, Diritto diplomatico-consolare internazionale ed europeo
    Paolo Brambilla - Trendiest

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.