A- A+
Roma
Clan Spada a processo, per il pm è mafia: chieste 24 condanne e 3 ergastoli

Il clan Spada è mafioso: il pm Palazzi ha chiesto l'ergastolo per Carmine Spada, detto "Romoletto"; Roberto Spada, l'aggressore del giornalista Rai Piervincenzi, e Ottavio Spada. In totale sono 24 i soggetti, tra componenti e affiliati, sotto processo nell'aula bunker di Rebibbia.

 

Per gli altri imputati, il pm Mario Palazzi ha chiesto pene che vanno dai 16 agli 8 anni di carcere. Gli Spada, in questo procedimento e a seconda delle posizioni, sono accusati di essere un'associazione a delinquere di stampo mafioso dedita a reati quale l'omicidio, l'estorsione e l'usura.

L'accusa, tra gli altri, ha chiesto una condanna a 16 anni di carcere per Ottavio Spada, detto "Maciste", a 11 per Nando Di Silvio, detto "Focanera" e a 8 anni per Roberto Spada, detto "Zibba" mentre per Rubern Alvez del Puerto, coinvolto, insieme a Roberto Spada, nella vicenda dell'aggressione al giornalista Rai, Daniele Piervincenzi, è stata chiesta una condanna a 10 anni. Gli imputati erano finiti in manette il 25 gennaio del 2018 nel corso di una maxi operazione a cui avevano preso parte polizia e carabinieri.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    clan spadaprocesso spadaostiaostia spadaclan spada ostiaspada mafiamafia ostiacondanne spadaergastolo



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Meglio praticare sport o fare una dieta?
    Anna Capuano
    A Kabul di scena il male dei talebani
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Green Pass, ottenere uno Stato totalitario instaurando un regime terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.