A- A+
Roma
Cocaina in carcere: la porta avvocato difensore. Incredibile a Regina Coeli

Un avvocato che si era recato nel carcere di Regina Coeli a Roma per sostenere un colloquio con il cliente detenuto è stato scoperto dalla Polizia Penitenziaria mentre cedeva al cliente detenuto droga ed altri oggetti non consentiti. Lo denuncia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

“Il legale si è presentato a Regina Coeli per il colloquio con il detenuto. Durante il colloquio ha tentato di cedere 56 dosi di cocaina, svariati grammi di sostanza da taglio, due cd masterizzati e persino un gratta e vinci ma è stato sorpreso e fermato dalla Polizia Penitenziaria in servizio”, denuncia Maurizio Somma, segretario nazionale Sappe per il Lazio. “Una situazione sconcertante, davvero assurda”.

L'elogio del sindacato Sappe agli agenti di Regina Coeli

Donato Capece, segretario generale del Sappe, aggiunge: “Questi episodi, oltre a confermare il grado di maturità raggiunto e le elevate doti professionali del Personale di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Regina Coeli a Roma, ci ricordano che il primo compito della Polizia Penitenziaria è e rimane quello di garantire la sicurezza dei luoghi di pena e impongono oggi più che mai una seria riflessione sul bilanciamento tra necessità di sicurezza e bisogno di trattamento dei detenuti. Tutti possono immaginare quali e quante conseguenze avrebbe potuto causare l’introduzione di droga e telefoni cellulari in un carcere”.

Il Sappe sottolinea infine le criticità del carcere romano di Regina Coeli ed evidenzia “quali e quanti disagi quotidiani caratterizza il lavoro quotidiano dei Baschi Azzurri di Roma, a cui va il nostro sincero ringraziamento per quel che fanno ogni giorno per la sicurezza sociale".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
avvocatoavvocato pusheravvocato spacciatorecocainadonato capecedroga in carcereregina coelisindacato sappe






Il sì senza veli al mare: vola l'immobiliare, romani pazzi per San Vero Millis

Il sì senza veli al mare: vola l'immobiliare, romani pazzi per San Vero Millis


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.