A- A+
Roma
Confcommercio, corsi di formazione con costi gonfiati: sequestro da 5 mln

Rimborsi spese per la realizzazione di corsi di formazione destinati ai dipendenti di Confcommercio mai realizzati o interrotti. Dodici persone sono indagate per truffa ai danni dello Stato. La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per un valore di 5 milioni di euro.

 

L’attività investigativa ha preso in considerazione i corsi di formazione professionale organizzati dal 2012 al 2014 finanziati con risorse pubbliche provenienti dal fondo For.Te – Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nel Terziario – che permette la continua formazione dei dipendenti delle aziende che vi aderiscono. La Guardia di Finanza ha riscontrato un quadro di gravi irregolarità nella gestione dei contributi pubblici ricevuti. I conti relativi ai costi e ai rimborsi spese dei corsi sono stati infatti gonfiati per anni, con prelievi indebiti dal fondo cassa pubblico. I costi indebiti facevano riferimento ad attività di supporto alla formazione, come ad esempio la selezione dei partecipanti, il monitoraggio delle ore, il tutoring, o ancora attività di natura amministrativa, mai effettuati. La Guardia di Finanza ha reso noto che alcuni dirigenti di Confcommercio sono coinvolti nelle indagini.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
confcommerciocorsiformazionecostisequestroindagatidirigenti



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.