A- A+
Roma
Coniugi rom sorpresi a bruciare amianto e rifiuti tossici con un ordigno

Bloccati mentre stavano per dare alle fiamme l'ennesimo cumulo di rifiuti tossici, poco distante dal campo nomadi de La Barbuta, nei pressi dell'Aeroporto di Ciampino.
Marito e moglie rom sono stati arrestati in flagranza di reato. I due nomadi avevano scaricato l'immondizia dal furgone e avevano già lanciato un ordigno per infiammare l'immondizia, quando sono stati sorpresi dagli agenti del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Roma del Corpo forestale dello Stato e dai Forestali in forza al Comando Stazione di Roma.
Vecchi elettrodomestici, poltrone abbandonate, scarti di legno e compensato, persino pezzi di amianto: tutto sarebbe stato bruciato nel giro di qualche minuto, causando uno dei tanti roghi tossici.
Nei confronti degli arrestati si è proceduto per i reati di combustione illecita di rifiuti, ipotesi di reato recentemente introdotta nell’ordinamento a seguito della vicenda della cosidetta “Terra dei fuochi”, e di gestione illecita degli stessi in relazione al loro trasporto con mezzo privo di autorizzazione.
Il furgone utilizzato dai due rom è stato sequestrato in vista della confisca, come espressamente previsto dalle norme che ne sanzionano l’illecita movimentazione ed l’abbandono. La Questura di Roma ed il Commissariato della Polizia di Stato Romanina hanno collaborato per le operazioni di foto-segnalamento e alle perquisizioni del campo nomadi su disposizione dalla Autorità Giudiziaria, che in seguito al processo per direttissima ha sottoposto i due rom alla misura dell’obbligo giornaliero di firma.
L’attività di indagine sfociata negli arresti si protraeva da tempo ed era stata finalizzata ad individuare i responsabili dei numerosi abbandoni di rifiuti che caratterizzano il campo nomadi “La Barbuta”, dal periodico incendio dei quali si sviluppano roghi che, oltre a costituire un serio pericolo per la salute umana, rappresentano anche una reale minaccia per la sicurezza della navigazione aerea, data l’ubicazione del campo proprio in corrispondenza del corridoio di atterraggio del limitrofo aeroporto internazionale di Roma – Ciampino.
Nei giorni scorsi si erano infatti verificati diversi episodi di combustione di rifiuti che avevano dato luogo ad incendi, anche di rilevante entità, per lo spegnimento dei quali era stato necessario ricorrere all’intervento dei Vigili del Fuoco e delle squadre della protezione civile.

Tags:
nomadiromroghi tossicila barbutaaeroporto ciampinocampo la barbutaamiantorifiuti tossiciimmondizia



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.