A- A+
Roma
Coronavirus, rivolta nel carcere di Rebibbia: arrestati nove detenuti

Coronavirus, rivolta nel carcere di Rebibbia: nove arresti sono stati eseguiti dalla Polizia Penitenziaria, coordinata dalla procura di Roma, per le rivolte avvenute tra il 7 e 9 marzo scorso nel penitenziario. I disordini erano scoppiati dopo le disposizioni del Governo legate alle misure di contenimento della pandemia da Covid-19.

I nove detenuti - di età compresa tra 23 e 41 anni - raggiunti dalla misura cautelari rientrano tra i 55 indagati ai quali, al termine degli accertamenti del procuratore Michele Prestipino e dei pm Eugenio Albamonte e Francesco Cascini, era stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini lo scorso agosto. I reati contestati, a vario titolo, sono quelli di devastazione, saccheggio sequestro di persona, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Alla loro individuazione si è arrivati anche grazie all’esame delle immagini del sistema di videosorveglianza. Sono state così accertate dagli inquirenti di piazzale Clodio le responsabilità individuali nel corso della protesta, che ha toccato prima il reparto G11 per poi estendersi ad altri settori di Rebibbia Nuovo Complesso coinvolgendo centinaia di detenuti. Nel corso della rivolta, oltre al saccheggio di infermeria e biblioteca e alla devastazione di interi settori, un ispettore è finito in ospedale, con una prognosi di 40 giorni, dopo essere stato accerchiato e colpito con calci e pugni.

Ma l'indagine non è ancora chiusa: secondo gli inquirenti, "allo stato non sono emersi elementi che dimostrino una regia comune" tra gli scontri di Roma e quelli esplosi in altri istituti penitenziari, da Milano a Modena, fino a Foggia e Palermo. Ci furono contatti tra detenuti e i loro familiari, di certo tutti o quasi sapevano che cosa stava accadendo nelle carceri, ma dalle indagini "non è emerso un collegamento preventivo tra le rivolte", si apprende da chi indaga.

"Grazie alle indagini della Polizia Penitenziaria sono state ricostruite le responsabilità individuali con la contestazione dei reati di devastazione e saccheggio in carcere. Il Covid è un problema ma qui si parla di condotte che vanno oltre qualsiasi protesta", ha detto il procuratore Michele Prestipino.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusrivolta carcericarcere rebibbiarivolta rebibbiarebibbiadetenuti arrestatirivolta nelle carcericoronavirus carceri



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
    Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.