A- A+
Roma
Costretta a prostituirsi con botte, minacce e ricatti: arrestato un romeno

Termina l'incubo di una giovane romena, ostaggio di un connazionale che la costringeva a prostituirsi tramite botte, minacce e ricatti.

 

L'uomo le aveva inoltre sottratto i documenti, tenendola da tempo in “ostaggio” . A denunciare l'aguzzino la stessa donna, riuscita a contattare il 112 prima che le venisse strappato il cellulare dalle mani. I carabinieri hanno così rintracciato la giovane, terrorizzata e con evidenti ecchimosi sul petto al loro arrivo. La vittima è stata soccorsa ed ha avuto modo di raccontare i precedenti episodi di abusi da parte dell'uomo, mai denunciati in passato. La ragazza romena è stata affidata alle cura dei sanitari, mentre il connazionale è stato arrestato e trasportato al carcere di Regina Coeli.

Tags:
prostituzioneabusibotteminaccericattiromenoarrestatoroma
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Coronavirus: “Positivo ma abbandonato da Regione e Asl”. Scattano le querele

Coronavirus: “Positivo ma abbandonato da Regione e Asl”. Scattano le querele

i più visti
i blog di affari
Dall’Albania medici e infermieri. Gli Ambasciatori Albanesi vicino all'Italia
di Paolo Brambilla - Trendiest
Talk tv, vince la d’Urso su tutti. Tra Giletti a Fazio “braccio di ferro”
di Francesco Fredella
Ti sei lavato le mani?
di Anna Capuano

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.