A- A+
Roma
Crollo Balduina, il gup inguaia Comune e Acea "Sono responsabili civili"

​Comune di Roma e Acea Ato2 spa saranno citati come responsabili civili nella vicenda legata al crollo del cantiere di via Livio Andronico, alla Balduina, dove il 14 febbraio del 2018 una voragine portò con sè 7 auto e parte della strada costringendo allo sgombero gli abitanti di due palazzine, ritenute a rischio stabilità.

Il gup Angela Gerardi ha accolto la richiesta avanzata dagli avvocati Antioco Pintus e Daniela Fava, che si sono costituiti parte civile per conto di una quindicina di persone, tra residenti e negozianti del quartiere. Il giudice, che ha aggiornato l'udienza al prossimo marzo, deve pronunciarsi sulla richiesta di processo chiesta dalla procura di Roma nei confronti di sette persone che rispondono di concorso in crollo di costruzione colposo per aver causato il collasso della paratia di pali in cemento armato prospiciente la strada. 

Commenti
    Tags:
    crollo balduinacomune romaroma capitaleaceaprocesso crollo balduina


    Loading...





    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
    Gian Maria Mairo
    PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.